Superbike Test Portimao: Tempi alle 15, solito dominio Kawasaki

Niente di nuovo sotto il sole portoghese: Jonathan Rea e Tom Sykes guidano le danze dopo cinque ore di collaudi

28 gennaio 2018 - 13:55

Le classifiche dei test Superbike  sembrano scolpite nella pietra. I piloti scendono in pista e dopo qualche giro di riscaldamento le due Kawasaki sono già in testa, imperturbali. Come se il regolamento non fosse cambiato, per altro in maniera radicale.

Commenta

per primo!

REA RECORD – Dopo Jerez lo schieramento (quasi) al completo si è spostato nella vicina Portimao, per le ultime due giornate di test prima della trasferta in Australia che aprirà il Mondiale 2018. Dopo cinque ore, sulle otto previste, Jonathan Rea e Tom Sykes hanno proiettato le ZX10R là davanti, vanamente inseguite dalla Ducati di Marco Melandri, in ritardo di otto decimi dal tre volte campione del Mondo.  A ben guardare la lista alle 15 italiane, le 14 locali, una novità c’è: Jonathan ha girato in 1’42″322, nuovo primato (ovviamente ufficioso) del circuito dell’Algarve. Il record ufficiale appartiene a Tom Sykes, che lo ha stabilito nella gara 2013 in 1’42″475. Lo scorso settembre Rea, autore di una folgorante doppietta, in gara aveva fatto 1’43″148. Il “taglio” di (oltre) mille giri motore non si vede, anzi pare che la Kawasaki ci abbia guadagnato in guidabilità, una dote decisiva su questo saliscendi.

VERDETTO – La Yamaha conferma i buoni progressi già intravisti nella doppia uscita di Jerez (a novembre e settimana scorsa) con Alex Lowes quarto tempo a ridosso di Melandri. Ma il divario che separa la R1 (che può girare fino a 14.700) e i missili in verde è ancora decisamente consistente. Certo, è presto per tirare le conclusioni, manca ancora un mese al via Mondiale. Ma intanto nel box Kawasaki il solito Rea si sta portando avanti…

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Arlington da urlo: Cooper Webb batte in volata Ken Roczen

Moto3: Ecco il team BOÉ Skull Rider Mugen Race

CEV Moto2: Matteo Ferrari correrà con Team LaGlisse