SuP Dream Honda rinuncia alla 8 ore di Suzuka 2019

Il team SuP Dream Honda, squadra dei fornitori Honda, non prenderà parte all'edizione 2019 della 8 ore di Suzuka: chiude dopo 2 anni di storia.

21 febbraio 2019 - 21:00

Nell’ultimo biennio, al via della 8 ore di Suzuka, si è presentata una squadra con una storia particolare. Il SuP Dream Honda, squadra finanziata dalla stessa casa dell’ala dorata, ha accettato la sfida della gara-delle-gare per veicolare un messaggio. Annoverando la disponibilità di una competitiva CBR 1000RR Fireblade preparata da TSR, il progetto è partito grazie all’apporto tecnico/economico di ben 18 fornitori Honda. Un esperimento voluto dal colosso di Tokyo, ma che non si ripeterà quest’anno…

SUP = SUPPLIERS

Lo dice il nome stesso. “SuP” è il diminutivo di “Suppliers“, tradotto dei “fornitori” Honda non espressamente legati al Motorsport. Da Nissin a F.C.C., da (ovviamente…) Showa passando per MuSASHi, NGK, Bridgestone e tanti altri. Con la loro disponibilità e relativo (piccolo) contributo economico, Honda ha fatto partire questo progetto nel 2017 tra All Japan e, soprattutto, 8 ore di Suzuka.

RISULTATI

Pronti-via, il SuP Dream Honda, grazie alla partnership tecnica e come “team satellite” di F.C.C. TSR Honda, ha potuto schierare nel 2017 Gregg Black, Damian Cudlin e, soprattutto, il leggendario Shinichi Itoh. Buone prestazioni in prova, non altrettanto in gara con una caduta di Black alla 130R proprio sul più bello. Per quanto concerne la passata edizione, il veterano Tatsuya Yamaguchi ha fatto da “chioccia” ai giovani Ryosuke Iwato (oggi pilota ufficiale Kawasaki Team Green) e Kosuke Sakumoto, trio classificatosi in 24esima posizione finale.

NIENTE 2019

L’esperienza dell’ultimo biennio per il SuP Dream Honda non avrà un seguito. Con largo anticipo è stato annunciata la chiusura del progetto per la stagione 2019, rinunciando anche alla possibilità di correre alla 8 ore di Suzuka. Al momento non è dato sapere se e come Honda darà vita ad una nuova struttura concettualmente in grado di rilevare lo slot lasciato libero da SuP Dream #79.

YAMAGUCHI AL TT 2019!

Tra l’altro, ancor prima di questa decisione, lo stesso Tatsuya Yamaguchi aveva deciso di intraprendere una nuova sfida. L’icona del motociclismo All Japan esordirà infatti quest’anno al Tourist Trophy dell’Isola di Man con il Team I.L.R. di Ian Lougher, disputando anche i primi due round del British Supersport da wild card con una Kawasaki Ninja ZX-6R.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MXGP Gran Bretagna: Cairoli che autogol vince Gajser

MXGP Gran Bretagna: Gajser ancora davanti, Cairoli 3°

MotoGP, Ducati vince anche in tribunale? Aprilia: “Ci adegueremo”