CIV Misano: i risultati della prima giornata di prove

8 aprile 2011 - 17:02

Un inizio di stagione così “caldo” per il Campionato Italiano Velocità non lo si vedeva da tempo. Sotto lo splendido sole della romagna infatti, i piloti della massima competizione su pista italiana hanno potuto compiere un proficuo venerdì di prove libere, mostrando sin da subito un’elevata competitività in pista. Le tante novità di quest’anno, dalla Moto2 alla Moto3, e le numerose wild-card ad arricchire un parco piloti già di alto livello, sono tutte notizie positive che portano ancora più interesse verso questa competizione, giunta al centesimo anno dal suo inizio.

Stock 600: comanda Luca Vitali, seguito da Giuliano Gregorini e Joey Pascarella

La prima giornata di prove per la categoria Stock 600 è stata all’insegna dell’estrema competitività della top5, composta interamente da piloti Yamaha. Non è una sorpresa, visto che in questa categoria è la 600cc di Iwata a farla da padrona. I primi cinque piloti classificati sono stati gli unici a girare sotto il muro del minuto e quarantadue secondi ed il miglior tempo è stato fatto segnare dall’ex pilota del mondiale 125cc Luca Vitali (Forward Junior Team), grazie ad un crono di 1’41.229. Il pilota di Bellaria (Rimini) ha preceduto di 205 millesimi di secondo il connazionale Giuliano Gregorini (RCGM Faber Team) e di 249 lo statunitense Joey Pascarella (Yamaha Elle 2 Ciatti), campione AMA SuperSport West Division in carica schierato come wild card.

A seguire troviamo un altro possibile candidato per il titolo, ovvero il napoletano Riccardo Russo (Yamaha Trasimeno), seguito da Nicola Morrentino (Yamaha Elle 2 Ciatti) e Federico Dittadi (Yamaha  Riviera FCC). Primo pilota non-Yamaha è Christian Gamarino, settimo in sella alla Kawasaki del team Go Eleven, che ha preceduto Franco Morbidelli (Yamaha Riviera FCC), il compagno di marca Paolo Toccacieli (Kawasaki Maranga WRM) e Gennaro Sabatino (Yamaha Team Fucile).

Stock 1000: molto equilibrio in pista, Della Ceca e Petrucci al top nei due turni

Questo primo venerdì di prove della stagione 2011 della classe Stock 1000 ha rispettato le attese: le due sessioni di libere sono state infatti caratterizzate dall’ottimo rendimento in pista dei piloti, e da una situazione molto combattuta nonostante l’ancora esiguo tempo speso in pista. A risultare il più rapido della giornata è stato l’esperto Riccardo Della Ceca il quale, in sella alla 1098R Barni, ha fatto segnare nella prima sessione un best lap di  1’39.556, che gli ha permesso di precedere il francese di origini italiane Sylvain Barrier (wild-card con il team BMW Motorrad Italia) e il compagno di squadra Danilo Petrucci (il più veloce nel caldo torrido del pomeriggio).

Quarto classificato è Michele Magnoni (BMW Mascheroni by Baru), seguito da Fabrizio Perotti (BMW Play Racing), e dalle due Kawasaki di Marco Bussolotti (Team Pedercini) e di Lorenzo Savadori (Lorenzini by Leoni). Ottavo il fiorentino Lorenzo Alfonsi (BMW Riviera FCC), che precede Riccardo Fusco (BMW N & C Racing), Alessio Corradi e la wild-card Lorenzo Zanetti (BMW Motorrad Italia). Nel pomeriggio le prove, per pochi minuti, sono state interrotte dall’esposizione della bandiera rossa da parte dei commissari per la presunta perdita d’olio di una moto in pista.

Superbike: i piloti Barni Racing Matteo Baiocco ed Alex Polita fanno il vuoto

Il team campione in carica della classe Superbike targata CIV, Barni Racing, ha piazzato entrambi i suoi piloti al vertice della classifica al termine delle prime due sessioni di prove del venerdì. Matteo Baiocco, nuovo acquisto del team di Marco Barnabò, è riuscito, grazie ad un crono di 1’37.640, a fare meglio del campione 2010 Alex Polita.

I due sono stati gli unici a girare sotto il muro del minuto e trentotto secondi, e hanno preceduto in ordine altri quattro piloti Ducati, Simone Saltarelli (Ducati Grandi Corse), il duo Althea Racing composto da Luca Conforti e Federico Sandi e Riccardo Chiarello (Ducati T.R. Corse). Settimo tempo (al di sotto delle aspettative) per Roberto Rolfo (wild-card Kawasaki Pedercini), seguito da Flavio Gentile (Althea Racing) e dal compagno di squadra per questa prova di Misano Marco Borciani.

125GP: Romano Fenati conclude in testa, Pontone primo pilota Moto3

Tre classi in una. Assieme alla 125GP in questa stagione infatti correranno i piloti “Moto3 Challenge” e, attraverso un accordo stipulato tra Honda Italia Industriale S.P.A. e Federmoto, anche i partecipanti al “Honda RS125GP Trophy”. La top ten dei più veloci, almeno in questa giornata di venerdì, ha visto solo piloti in sella alla quarto di litro “tradizionale” del CIV, con Romano Fenati (Gabrielli Racing) che ha concluso in prima posizione con il tempo di 1’46.693. Il pilota di Ascoli Piceno ha preceduto di solo 31 millesimi Miroslav Popov (Ellegi Racing) e di quasi due decimi il compagno di squadra Paolo Giacomini.

Quarto classificato è Kevin Calia (MGP Racing – 2B) il quale, assieme ad Alessandro Giorgi (VFT Racing), riesce a mantenere contenuto il distacco dalla vetta. Massimo Parziani infatti, sesto con l’Aprilia Faenza Racing, ha rimediato ben 998 millesimi di secondo di gap, precedendo al termine Niccolò Antonelli (Gabrielli Racing) ed il compagno di box Cristiano Carpi. Prima Moto3 in classifica la Ioda TR001 su base TM condotta da Armando Pontone, già pilota Aprilia Junior GP.

Supersport – Moto2: Ilario Dionisi davanti a tutti, veloce Lamborghini con la Suter Moto2

Le ultime due classi a scendere, assieme, in pista in questo venerdì di prove sono state quelle della Supersport – Moto2, che in questa stagione 2011 correranno assieme. Il più veloce di questa giornata è stato  Ilario Dionisi, in sella alla Honda del team Scuderia Improve, grazie al buon crono di 1’40.002. A seguire il pilota romano troviamo Ferruccio Lamborghini (Forward Racing Junior Team), unico pilota Moto2 tra i primi dieci classificati con la Suter MMX.

Terzo classificato è Alessio Palumbo (Honda Velmotor by xone), seguito da Marco Marcheluzzo su Triumph e dal compagno di squadra Alessio Velini. Sesto e ottavo tempo per i due piloti Kawasaki Puccetti Racing Mirko Giansanti e Stefano Cruciani, con in mezzo a loro Cristiano Erbacci.

Chiudono la top ten il sempreverde Alex Gramigni e Fabio Menghi (Yamaha VFT Racing). Dall’undicesima alla quattordicesima posizione troviamo quattro piloti della classe Moto2, con Danilo Marrancone su Bimota (Team QDP) che precede Mattia Tarozzi (Suter Faenza Racing), Federico D’Annunzio (Ioda Racing Project), e Tommaso Lorenzetti (RSV Improve Moto2), mentre il compagno di squadra Davide Fanelli è sedicesimo assoluto.

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP, Jorge Lorenzo all’assalto di Jerez… con gli scongiuri

MotoGP: Test KTM a Le Mans, in pista Zarco ed Espargaró

Roczen e Stewart: confronto tra campione e marziano