Federico Sandi emigra in Spagna: correrà nel CEV RFME

Nel 2019 Federico Sandi correrà nel CEV RFME Superstock 1000 con la Yamaha R1 del Team Stratos.

10 dicembre 2018 - 21:37

L’eliminazione dell’Europeo Superstock 1000 avrebbe dovuto portare più team e piloti nel Mondiale Superbike, ma gli altissimi costi del WorldSBK hanno impedito ciò e i principali protagonisti di quel campionato, con le sole eccezioni di Markus Reiterberger e Alessandro Delbianco, si sono trovati a cercare sistemazione nei vari campionati nazionali. Se i vari Roberto Tamburini, Luca Vitali e Luca Salvadori correranno nel CIV Superbike o nel National Trophy 1000, c’è anche chi, come Federico Sandi, ha trovato sistemazione in Spagna.

Vincitore lo scorso settembre dell’ultima gara in assoluto dell’Europeo, nel 2019 Sandi correrà nella classe Superstock 1000 del CEV RFME (campionato spagnolo organizzato dalla Real Federación Motociclista Española) con la Yamaha R1 del Team Stratos. Per il pilota di Voghera ex-Motomondiale e Mondiale Superbike si tratterà del ritorno in Spagna dopo che, da giovanissimo, aveva corso nel campionato Cuna de Campeones e nel CEV 125, prima di approdare al Motomondiale. “Sono pronto per la prossima stagione – dice Sandi nel comunicato del Team Stratos – e ho molta fiducia nel team, nella Yamaha e nelle gomme Dunlop. Conosco abbastanza bene i circuiti, a eccezione di Navarra, e sono sicuro che andremo forte ovunque“.

Nel CEV RFME corrono piloti di grande esperienza e livello come Carmelo Morales e Xavi Pinsach e ciò ha spinto Sandi a optare per questo campionato: “Il livello è molto alto e i piloti sono veloci ed esperti, quindi credo che la prossima sarà una stagione combattutissima. Ho già corso con la Yamaha R1 nl 2016 (nella Stock 1000 FIM Cup col team Berclaz Racing, ndr) e nel 2019 faró la mia prima stagione completa su questa moto. Sono sicuro che io e il Team Stratos ci giocheremo la vittoria a ogni gara“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Il team Toth accusa: “Héctor Barberà sa chi ha rubato la Yamaha”

La Bentley Continental ritorna a casa di Andrea Iannone

E’ scomparso Giuliano Maoggi, l’asso del MotoGiro 1956