Moto Guzzi Eldorado

Moto Guzzi Eldorado

Erede della 850 caratterizzata da un V Twin 1400

Commenta per primo!

Cresce la flotta delle grandi Moto Guzzi con la nuova Eldorado, moderna e lussuosa erede dell’indimenticabile “850” che, oltre 40 anni fa, fece la sua fortuna negli States. Eldorado 1400, forte di una tradizione unica, è il più nuovo e migliore esempio di proposta heritage da parte del marchio Moto Guzzi, che ora amplia la propria offerta con un grande classic new vintage. Eldorado è una motocicletta sontuosa e tecnologicamente di avanguardia che, spinta dal più grande V Twin mai prodotto in Europa, è perfetta interprete del più autentico spirito Guzzi. La nuova Eldorado si propone come una vera ammiraglia del mondo moto, che traghetta una splendida tradizione in un presente sempre più solido. E lo fa guardando decisamente al futuro: inserti cromati e dettagli da alto artigianato si mescolano con luci a LED e si compongono in linee classiche portando Moto Guzzi in una dimensione nuova, in cui la raffinatezza parla italiano. L’effetto flashback si accende nei dettagli: le ruote a raggi, la sella oversize, il parafango posteriore con il faro a gemma e il manubrio a corna di bue. Anche il serbatoio è ricco di richiami: la doppia verniciatura è arricchita da una goccia caratterizzata da un trattamento di cromatura lucida a specchio. La verniciatura (Eldorado è disponibile nei colori Nero Classico e Rosso Pregiato) è ulteriormente impreziosita da un doppio filetto bianco protetto da altra vernice trasparente che ne sottolinea le forme. I parafanghi e le fiancatine sono esaltati anch’essi da un doppio filetto bianco protetto da vernice trasparente, che termina con un raffinato effetto disegnato a “punta di pennello”. Il logo Moto Guzzi Eldorado riprende stilisticamente quello della indimenticabile Eldorado 850. Inoltre, la sella del passeggero è fissata su un portapacchi cromato con maniglione integrato: all’occorrenza si può rimuovere per lasciare ampio spazio a eventuali bagagli. Le ruote a raggi di Eldorado, entrambe da sedici pollici, calzano classici pneumatici a fascia bianca (130/90 anteriore e 180/65 posteriore) che polarizzano l’attenzione sui nuovi avvolgenti parafanghi. I cerchi sono in alluminio lucidato naturale con canali da 3,5’’ (anteriore) e da 5.5’’ (posteriore): vere opera d’arte, che riescono ad abbinare lo stile più classico alla moderna tecnologia dei pneumatici tubeless. La parte anteriore è particolarmente “pulita” nel disegno per valorizzare il possente avantreno mentre la posteriore, al contrario, è l’elemento più distintivo dello stile di questa elegantissima Moto Guzzi. La sua forma morbida e decisa s’integra con i nuovi ammortizzatori full cover, il gruppo ottico posteriore a gemma e i classici indicatori di direzione arrotondati. Eldorado è riconoscibile per l’originale proiettore a superficie complessa con faro polielissoidale dotato d’illuminazione diurna con led DRL. Rimanendo in tema di tecnologie digitali, particolarmente appagante è la strumentazione, racchiusa in un quadrante circolare da ben 150 mm di diametro con la scala del contagiri analogico ricavata lungo la circonferenza esterna e il display multifunzione full-matrix sospeso al centro, il tutto racchiuso, come in un orologio di lusso, dentro una luccicante cassa cromata. Su Eldorado, non si sale ma ci si accomoda in sella. Posta a soli 740 mm dal suolo, la nuova seduta, unita alle generose pedane floorboard e alla confortevole impugnatura del manubrio biconico in acciaio cromato dalla forma a corna di bue, è un invito a sedersi, premere il pulsante dell’avviamento e lasciare che l’asfalto scorra sotto le ruote. Se la strada è un’infinita Interstate Highway si può attivare il cruise control premendo il tasto sul blocchetto elettrico destro e veleggiare ascoltando i battiti del bicilindrico a V di 90° filtrati dal fissaggio elasto-cinematico del big block, sapendo che, in caso di necessità o per puro appagamento personale, la trasmissione cardanica sarà pronta a scaricare a terra fino a 120 Nm a 2.750 giri. Immutato tecnicamente, il bicilindrico conferma la sua monumentale architettura esaltata dai coperchi valvole verniciati neri con scritta Moto Guzzi realizzata a laser e dalla fitta e levigata alettatura di raffreddamento ottenuta per fresatura, la stessa tecnica ricercata e preziosa utilizzata per la realizzazione dei supporti delle pedane del passeggero. Il motore è il riferimento assoluto della categoria nel rapporto cilindrata-prestazioni-consumi, grazie all’ottimo rendimento termodinamico unito all’evoluta gestione elettronica Ride-by-wire multimappa. Questa tecnologia permette di poter scegliere fra tre mappature del motore: Turismo, Veloce e Pioggia. Non solo: anche la dinamica del veicolo è tenuta sotto controllo dalla presenza del controllo di trazione (MGCT) d’ultima generazione, settabile su tre livelli d’intervento per innalzare la sicurezza attiva senza pregiudicare prestazioni e piacere di guida. La ciclistica di Eldorado è stata sviluppata con l’obiettivo di elevare precisione e facilità di guida: la rigidezza del telaio, la scelta dei pneumatici, l’avancorsa e la taratura delle sospensioni sono perfettamente armonizzate per elevare la guida della Eldorado a livelli sconosciuti alle moto di analoghe caratteristiche. Debutta sulla nuova Eldorado la piattaforma multimediale a servizio del pilota di Moto Guzzi. MG-MP, disponibile come optional, è l’innovativo sistema multimediale capace di connettere la moto allo smartphone e conseguentemente alla Rete. Con questa applicazione, scaricabile gratuitamente da App Store e Google Play, lo smartphone (iPhone o Android) diviene un vero e proprio sofisticato computer di bordo multifunzione e l’anello di connessione tra veicolo e Internet. La connessione wireless consente di visualizzare simultaneamente sullo schermo dello smartphone una serie di informazioni fondamentali del veicolo, in modo da avere costantemente sempre sotto controllo i parametri di viaggio. Il touch screen dello smartphone permette di visualizzare cinque parametri per volta, scelti a piacere in un vasto menu, tra cui tachimetro, contagiri, potenza istantanea, coppia istantanea, consumo istantaneo e medio, velocità media e voltaggio batteria, accelerazione longitudinale e trip computer esteso. La funzione “Eco Ride” aiuta a limitare i consumi e a mantenere una condotta di guida eco-compatibile, fornendo una valutazione sintetica dei risultati ottenuti durante il viaggio. Inoltre è possibile registrare i dati dei viaggi e rivederli sul computer o direttamente sulla app, analizzando il percorso effettuato insieme ai parametri di funzionamento del veicolo. All’accensione della spia della riserva MG-MP offre l’indicazione sulla posizione dei distributori di benzina più vicini; inoltre il sistema permette di ritrovare facilmente il veicolo quando viene parcheggiato in un luogo sconosciuto, salvando automaticamente la posizione in cui è stato spento. MG-MP include la funzione “Grip Warning” che replica per la massima visibilità le indicazioni sul funzionamento del controllo di trazione e fornisce in tempo reale informazioni sulla propria condotta di guida in relazione alle condizioni del fondo stradale. Una spia dedicata avvisa in caso di eccessivo sfruttamento dell’aderenza disponibile. Grazie all’uso sinergico dei giroscopi e delle informazioni provenienti dal veicolo, lo smartphone si trasforma in un sofisticato strumento di misura dell’angolo di piega in curva grazie ad algoritmi appositamente sviluppati per la nuova Moto Guzzi. È possibile impostare le soglie limite sia per l’angolo di piega, sia per velocità di percorrenza e giri motore, il cui superamento viene indicato dall’accensione delle relative spie o dal lampeggio del cruscotto virtuale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy