Casey Stoner: lesione ai legamenti (e piccole fratture ossee) alla caviglia destra, gara a rischio. “Farò il possibile per correre”

Casey Stoner: lesione ai legamenti (e piccole fratture ossee) alla caviglia destra, gara a rischio. “Farò il possibile per correre”

Commenta per primo!

Un infortunio di certo non di lieve entità, ma Casey Stoner, con la grinta e tenacia del Campione, vuole provare a correre domani ad Indianapolis. A seguito della caduta nei primissimi minuti delle qualifiche ufficiali, le radiografie e la risonanza magnetica effettuata al Methodic Hospital di Indianapolis hanno sincerato una serie di piccole fratture ossee ed una frattura cupola astra-galica di 10mm al di sotto di tibia e perone, ma soprattutto una lesione ai legamenti del deltoide, calcagno e perone, oltre che una distorsione alla parte superiore della caviglia destra. La caduta La giornataccia di Casey Stoner ad Indianapolis è cominciata a soltanto 9 minuti dall’inizio del turno unico di qualifiche ufficiali. Giusto al quarto giro di pista, poco dopo aver siglato il miglior tempo provvisorio in 1’39″465 (valso la seconda fila e la 6° posizione in griglia), all’altezza della curva 13 il pilota ufficiale HRC ha perso improvvisamente il controllo della Honda RC213V per il più classico degli “high side”: perdita repentina del posteriore, conseguente proiezione in aria ad alta velocità appena ritrovata l’aderenza perduta. Nell’impatto il bi-Campione del Mondo ha fatto fatica a rialzarsi evidenziando un forte dolore alla gamba destra, tanto da esser soccorso (in barella) dai commissari con qualifica di paramedici e trasportato in ambulanza verso il centro medico del circuito. Le prime voci Tra comunicazioni ufficiali e non, sono subito iniziate a circolare le più disparati voci in merito all’infortunio del buon Casey: frattura della caviglia destra. No, solo la lesione di un legamento!Anzi, a detta di alcuni presenti in loco (stampa straniera) addirittura frattura della tibia. Fortunamente ben presto il Dottor Marco Russo, medico chirurgo Specialista in Ortopedia e Traumatologia della Clinica Mobile, ha fatto chiarezza al riguardo: escluse fratture, si teme per una lesione del legamento della caviglia destra, ma resta aperta la possibilità di vederlo in pista già domattina per il Warm Up. Il bollettino HRC Una speranza ribadita poco più tardi dal “bollettino” rilasciato ufficialmente dall’ufficio stampa del Repsol Honda Team. “Le prime radiografie hanno escluso fratture, suggerendo una contusione alla caviglia destra, mentre restano da determinare eventuali danni ai legamenti. Il pilota australiano è stato poi portato all’Ospedale Metodista di Indianapolis per ulteriori accertamenti medici. Il Repsol Honda Team invierà più tardi un nuovo comunicato con informazioni aggiornate sulle condizioni di salute di Casey.L’attesa E’ decisamente affollato il “Methodist Hospital of Indianapolis”, antenna dell’Indiana University Health, l’ospedale dove vengono destinati tutti i piloti infortunati nel corso degli eventi motoristici in programma all’Indianapolis Motor Speedway. Ci sono Hector Faubel, caduto nelle prove ufficiali della Moto3 con conseguente trauma all’addome (ma proverà a correr domani dopo una notte trascorsa sotto osservazione..), e Nicky Hayden (fuori gioco per la gara, in stato confusionale con due piccole fratture non scomposte al secondo e terzo metacarpo della mano destra). Insieme a loro c’è ovviamente Stoner che aspetta buone nuove. “Sono le 11:25 ed in Ospedale attendo i risultati della radiografia. Ho avuto pomeriggi migliori, vi farò sapere qualcosa appena avrò notizie“, è il Tweet inviato sul proprio profilo ufficiale Twitter (@Official_CS27) dal Campione del Mondo in carica. Il bollettino medico definitivo Anticipato da un secondo Tweet (“Non propriamente buone notizie“), alle 00:44 in punto ore locali l’ufficio stampa del Repsol Honda Team ha rilasciato questo bollettino medico ufficiale. “A seguito della caduta nel corso delle qualifiche ufficiali del Red Bull Indianapolis Grand Prix, il pilota del Repsol Honda Team Casey Stoner è stato trasportato al Methodist Hospital di Indianapolis per ulteriori esami. Le radiografie e la MRI (risonanza magnetica) a tibia, perone, caviglia e piede della gamba destra hanno evidenziato diverse piccole fratture ossee, una frattura cupola astra-galica di 10mm al di sotto di tibia e perone, contusioni alla tibia anteriore e posteriore e al malleolo mediale e lesione dei tessuti intorno alla caviglia. Sono emerse inoltre uno strappo ai legamenti del deltoide, calcagno e perone, oltre che una distorsione alla parte superiore della caviglia.Le parole di Casey StonerPer la prima volta nella mia carriera non sono stato in grado di rialzarmi dopo un incidente con le mie forze. Appena ho provato ad alzarmi in piedi, ho dato un’occhiata un passo e ho visto il mio piede in uno strano angolo rispetto alla mia gamba. Sentivo un forte dolore nella parte inferiore della gamba, poi ho sentito come un “crack” alla caviglia. E’ stato molto, molto doloroso: a quel punto ero certo che qualcosa si era rotto. Il personale medico del circuito mi ha soccorso bene e, dopo i primi controlli, hanno deciso che dovevo andare all’Ospedale per esami più approfonditi. L’equipe che mi ha seguito al Hethodist Hospital è davvero eccezionale, molto professionale, desidero ringraziare pubblicamente tutti i medici che mi hanno assistito. Purtroppo mi hanno confermato subito che intorno alla caviglia ho un osso scheggiato ed una piccola frattura, ma la mia principale preoccupazione riguardava la lesione ai legamenti, così abbiamo fatto una risonanza magnetica. In effetti nella caduta ho strappato quasi tutti i legamenti e danneggiato anche la mia tibia. Per la gara c’è poco da dire: bisognerà attendere domani mattina per capire se sarò in grado di correre o meno. Sono molto deluso perchè ero convinto di aver tutto per conquistare la pole e lottare per la vittoria in gara. Non ci resta che aspettare, ma farò tutto il possibile per schierarmi in griglia di partenza.” Insomma, Casey Stoner vuole provarci. Su questo genere di infortuni, l’australiano ha la scorza dura, a maggior ragione con la possibilità di riconfermarsi #1 nella personale stagione di commiato dal motociclismo. La decisione definitiva tra poco più di 8 ore, giusto in tempo per il Warm Up pre-gara delle 9:40 (le 15:40 italiane). Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy