Moto3 Valencia Gara: Maverick Vinales Campione del Mondo

Moto3 Valencia Gara: Maverick Vinales Campione del Mondo

Batte Alex Rins, Luis Salom sbaglia al quattordicesimo giro

Commenta per primo!

Wow. Tensione, emozione, passione, grinta, talento e cuore. C’è tutto nei 24 giri della “finale” più incerta ed avvincente di sempre nella storia di una delle tre classi del Motomondiale. Maverick Vinales, Campione CEV 125 GP 2010 e vincitore dell’Europeo in prova unica, torna ad una vittoria che gli mancava addirittura da 6 mesi e 13 gare (l’ultimo hurrà a Le Mans) ed è il Campione del Mondo Moto3 2013 sfruttando l’errore di Luis Salom (a terra al 14° giro) ed una piccola sbavatura nel finale di Alex Rins, terzo sul traguardo e secondo nella generale. “Rookie of the Year” all’esordio in 125cc nel 2011 riuscendo a vincere il titolo alla quarta presenza in assoluto nel Motomondiale, tra i piloti più chiacchierati del paddock lo scorso anno per il celebre “ammutinamento” di Sepang (si rifiutò di scender in pista per diverbi con il suo ex-manager e la voglia di passare in KTM), “Mack” succede nell’albo d’oro a Sandro Cortese al culmine di una gara capolavoro.

Rimasto sempre nel gruppetto di testa, nel finale Vinales ha tenuto i nervi saldi sfruttando le disavventure altrui. Con Luis Salom, presentatosi a Valencia in testa al mondiale, scivolato al 14° giro (ripartito non è andato oltre che un modesto piazzamento in zona punti), nel concitato finale ha risposto colpo-su-colpo ad ogni attacco di Alex Rins aggiudicandosi gara e titolo, il miglior modo per presentarsi al via della Moto2 l’anno prossimo con una KALEX del Pons Racing e con compagno di squadra proprio Luis Salom. Comprensibile delusione per il “Mexicano” autore di una stagione da rimarcare e con pochi rimpianti (anzi, con legittime recriminazioni per il volo a via di Motegi provocato da Isaac Vinales, cugino di Maverick…), ci riproverà (su Honda) l’anno prossimo Alex Rins, battuto al photofinish per il titolo e per il secondo posto a favore di Jonas Folger.

Con il confronto-mondiale a monopolizzare la scena, c’è da rimarcare al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo il quarto posto di Alex Marquez (“Rookie of the Year” 2013) seguito da Efren Vazquez (5° alla sua ultima gara in Mahindra: passerà a Honda del Racing Team Germany) e da un sensazionale Alexis Masbou, sesto assoluto con la FTR Honda M313 del CBC Corse dopo esser scattato dalla pit-lane, bravo a vincere la volata sul proprio compagno di squadra Isaac Vinales ed una convincente Ana Carrasco, ottava assoluta sul tracciato di casa completando la festa del Team LaGlisse. Gli italiani? Romano Fenati alla sua ultima gara con il Team Italia è 11°, secondo punticino stagionale per Matteo Ferrari (15°), Lorenzo Baldassarri è 20°, chiude doppiato per una scivolata Niccolò Antonelli quando navigava in 8° posizione mentre Francesco Bagnaia è stato costretto alla resa dopo un’escursione fuori pista comportata da una caduta di Livio Loi. Con Maverick Vinales, KTM ed il Team LaGlisse Campioni del Mondo va in archivio la seconda stagione della classe Moto3 sul palcoscenico mondiale, per un finale senza precedenti nella storia della serie iridata.

Cronaca di Gara

Tutto è pronto per la gara dell’anno: Luis Salom, Maverick Vinales e Alex Rins, chi conquisterà la vittoria al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo automaticamente succederà nell’albo d’oro della classe Moto3 a Sandro Cortese. Si schiera dalla pole position per l’ottava volta in questa stagione Rins affiancato dagli avversari nella corsa al titolo Salom (2°) e Vinales (3°), tutti con la medesima scelta in materia di pneumatici: mescola “media” anteriore, “media” posteriore. Alle 11:01 in punto spegnimento del semaforo, scatta alla perfezione Salom che conquista l’hole-shot alla staccata della prima curva su Vinales, Folger, Rins, Marquez ed il nostro Antonelli. Sfila compatto il gruppone di 33 piloti eccezion fatta per Alexis Masbou (scattato dalla pit lane), alla “Angel Nieto” Vinales si prende la prima posizione su Salom, fa lo stesso Rins per la terza a scapito di Folger. Va così in archivio il primo dei 24 gii previsti con i tre contendenti al titolo Vinales, Salom e Rins a stretto contatto, Folger quarto precede Miller, Marquez, Antonelli, Vazquez con Khairuddin e Binder a completare la top-10.

Si viaggia subito su tempi sensazionali: sotto l’1’40” i tre avversari al secondo giro, rompe prontamente gli indugi Rins alla “Nieto” su Salom, ma questi risponde nella successiva piega veloce della “Curva de la Afición” prendendosi un rischio incredibile alla curva 13. Gran rischio del pupillo di Emilio Alzamora, ma si rifà subito alla tornata seguente fermando i cronometri sull’1’39″808, viatico per ricollocarsi in scia a Salom (2°) e Vinales (1°) seppur braccato da Folger e Miller che completano il “pokerissimo” di testa. Giunti al settimo giro, Luis Salom cambia passo: 1’39″744, attacco alla “Aspar” su Vinales per la leadership, missione compiuta. Ad 1/3 della distanza di gara John McPhee, riconfermato dal Racing Team Germany per la stagione 2014 (su Honda “Factory”), sbaglia-e-paga con una scivolata alla “Angel Nieto”, volge a favore questo momento per Maverick Vinales che si riprende la prima posizione sempre alla staccata in fondo al rettilineo dei box, ma tanto Luis Salom quanto Alex Rins non sembrano particolarmente preoccupati.

Più soltanto 13 giri da percorrere, sale la tensione, prosegue il momentaccio di Niklas Ajo che incappa in un rovinoso highside alla curva 3 nel tentativo di tenere il passo di Zulfahmi Khairuddin e della velocissima Ana Carrasco in bagarre per un piazzamento nella top-10. C’è invece il ballo un mondiale, al giro di boa della contesa Vinales, Salom e Rins con quest’ordine sono racchiusi in un fazzoletto sempre “pressati” a Folger e Miller che tengono il loro passo. Altra vita per Livio Loi, finito a terra portando fuori traiettoria anche il nostro Francesco Bagnaia, costretto a transitare per le vie di fuga ripartendo dalla 25esima posizione. A 11 giri dal termine Alex Rins “cambia marcia”: sorpasso su Salom alla curva 8, fa lo stesso poco più tardi per la leadership a scapito di Vinales in fondo al rettilineo dei box. Cambia tutto per il campionato, cambia tutto anche per Luis Salom: 14° giro, percorrenza della curva 5, entra leggermente fuori traiettoria e si ritrova mestamente a terra. Colpo di scena “mondiale” con il capoclassifica di campionato che ripartirà soltanto dalla 16° posizione, ne approfitta Vinales che si ripresenta al comando su Rins nella staccata in fondo al rettilineo dei box.

Gli ormai “duellanti” al titolo inevitabilmente ingaggiano un bel confronto scambiandosi più volte la testa della corsa, sbaglia invece Niccolò Antonelli che incappa in una scivolata quando si ritrovava 8° in solitaria: ripartirà, ma doppiato. Guadagna così una posizione Luis Salom che scala al 15° posto, ma ormai deve più soltanto sperare in un doppio-errore di Vinales e Rins a braccetto (si fa per dire) rispettivamente in 1° e 2° posizione. Dal poker di testa si auto-esclude per una caduta a 6 giri dal termine Jack Miller, ormai ci sono più soltanto Vinales, Rins e Folger in lotta per la vittoria e, nei primi due casi, per il mondiale.

Tre giri al termine, inizia la fase del “tutto-e-per-tutto”: Rins passa Vinales alla “Doohan”, il portacolori del Team LaGlisse commette anche una piccola sbavatura all’ultima curva, ma di scia riuscirà a rifarsi sotto. Prevedibilmente “Mack” forza l’attacco proprio alla “Doohan” al penultimo giro, in uscita la risposta del pupillo di Alzamora, ma è soltanto l’inizio: Vinales replica la manovra alla curva 8 e si presenta all’ultimo giro in testa. Showtime: dopo una serie di tre sorpassi e contro-sorpassi, Vinales transita sul traguardo in festa ed è il Campione del Mondo Moto3 2013. Per una piccola incertezza all’ultima curva Rins scivola al terzo posto a favore di Folger, Salom in rimonta è 14°, ma la “fiesta” è tutta per Maverick Vinales.

Moto3 World Championship 2013
Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo, Classifica Gara

01- Maverick Vinales – Team Calvo – KTM RC 250 GP – 24 giri in 40’12.463
02- Jonas Folger – MAPFRE Aspar Team Moto3 – KALEX KTM – + 0.186
03- Alex Rins – Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 GP – + 0.187
04- Alex Marquez – Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 GP – + 13.666
05- Efren Vazquez – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 13.708
06- Alexis Masbou – Ongetta Rivacold – FTR Honda M313 – + 28.587
07- Isaac Vinales – Ongetta Centro Seta – FTR Honda M313 – + 28.776
08- Ana Carrasco – Team Calvo – KTM RC 250 R – + 28.794
09- Philipp Öttl – Interwetten Paddock Moto3 – KALEX KTM – + 28.953
10- Miguel Oliveira – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 29.185
11- Romano Fenati – San Carlo Team Italia – FTR Honda M313 – + 29.347
12- Brad Binder – Ambrogio Racing – Mahindra MGP3O – + 29.507
13- Zulfahmi Khairuddin – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – + 30.666
14- Luis Salom – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – + 34.153
15- Matteo Ferrari – Ongetta Centro Seta – FTR Honda M313 – + 37.518
16- Jakub Kornfeil – Redox RW Racing GP – KALEX KTM – + 38.056
17- Eric Granado – MAPFRE Aspar Team Moto3 – KALEX KTM – + 38.487
18- Arthur Sissis – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – + 42.363
19- Hyuga Watanabe – La Fonte Tascaracing – FTR Honda M313 – + 42.619
20- Lorenzo Baldassarri – GO&FUN Gresini Moto3 – FTR Honda M313 – + 43.890
21- Jasper Iwema – RW Racing GP – KALEX KTM – + 44.620
22- Jorge Navarro – Cuna de Campeones – MIR Racing Moto3 – + 58.149
23- Juanfran Guevara – CIP Moto3 – TSR3C Honda – + 1’12.585
24- Toni Finsterbusch – Kiefer Racing – KALEX KTM – + 1’13.367
25- Hafiq Azmi – La Fonte Tascaracing – FTR Honda M313 – + 1’13.461
26- Florian Alt – Kiefer Racing – KALEX KTM – + 1’15.260
27- Niccolò Antonelli – GO&FUN Gresini Moto3 – FTR Honda M313 – a 1 giro

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy