Moto3: le ultime news alla vigilia del GP di Misano

Moto3: le ultime news alla vigilia del GP di Misano

Sostituzioni, wild card, tante novità per Misano

Commenta per primo!

Il mondiale Moto3 si presenta al “Misano World Circuit Marco Simoncelli” per il dodicesimo appuntamento stagionale con una serie di tematiche d’interesse (il confronto che vale il titolo tra Sandro Cortese e Maverick Vinales, i piloti italiani attesi protagonisti) e, come sempre, con diverse news dell’ultim’ora destinate a offrire nuovi spunti per l’inaugurale edizione del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini riservato alla formula 250cc 4 tempi. Frattura al femore per Alexis Masbou Tra le note positive della stagione, Alexis Masbou, alfiere del team Caretta Technology, ha rimediato la frattura del femore destro a seguito di una rovinosa caduta nel corso di una giornata di test all’Autodromo “Piero” Taruffi di Vallelunga. Attualmente ricoverato a Roma in Ospedale (l’operazione è prevista oggi), non soltanto Masbou salterà Misano e Aragon, ma con un infortunio di simile portata rischia di saltare anche la “tripla” extra-europea di Motegi, Sepang e Phillip Island. Ad un soffio dalla vittoria al Sachsenring e sesto in campionato, Masbou a Misano (anche se manca la conferma ufficiale) sarà sostituito da Michael Ruben Rinaldi, già wild card al Mugello (15°) e pilota del team Caretta Technology a Brno in sostituzione di Jack Miller, atteso al rientro al MWC dopo la frattura (terza stagionale) alla clavicola sinistra rimediata ad Indianapolis. Riccardo Moretti KO, corre Miroslav Popov Non ci sarà a Misano nemmeno l’ex campione italiano 125 GP Riccardo Moretti, fuori gioco a Brno per una caduta nelle prime libere causata da un contatto con Alberto Moncayo. Il pilota ravennate, pilota Mahindra anche nel CIV 125 (2° in classifica), non ha recuperato dallo “strappo” dei legamenti del collo, lasciando così la propria Mahindra MGP-3O a Miroslav Popov, già in pista a Brno in sostituzione di Danny Webb (rientrerà nel week-end a Misano dopo l’infortunio alla mano di Indy), stupendo tutti per una combattiva prima parte di gara. Va detto che “Mira” a Misano è abituato a questi exploit: due vittorie nel CIV 125 2010-2011 su Aprilia RSW dell’ElleGi Racing, 6° (!) in griglia da wild card nel mondiale lo scorso anno (13° in gara), recente vincitore di Gara 2 proprio con Mahindra tra le 125cc nell’ultima prova del campionato italiano disputatasi a Misano lo scorso mese di luglio dopo aver ceduto, per ordini di squadra, la prima posizione in Gara 1 proprio a Riccardo Moretti in corsa per il titolo di categoria. Rientrano Isaac Vinales, Alan Techer e Niklas Ajo Oltre a Danny Webb, altri tre piloti del mondiale Moto3 sono attesi al rientro a Misano Adriatico, fuori gioco per differenti motivazioni a Brno: Alan Techer (caduto nelle seconde libere, fermato precauzionalmente dai medici dopo una brutta botta alla testa), Niklas Ajo (squalificato dopo aver “spintonato” Adrian Martin ad Indianapolis) e Isaac Vinales, KO per la frattura alla caviglia destra. Il pilota iberico, cugino di Maverick, spera di correre a Misano con la FTR Honda M312 del team CBC Corse/Ongetta Centro Seta: tutto dipenderà dalla visita medica di controllo pre-gara, con già in pre-allarme un altro pilota (spagnolo) per un’eventuale sostituzione in corsa. Aggiornamento: come previsto Isaac Vinales non ha fatto la visita medica di controllo pre-evento al Misano World Circuit. Al suo posto correrà Josep Rodriguez, già al via lo scorso anno di 8 prove del mondiale 125 GP tra wild card e sostituzioni (ha affiancato Maverick Vinales al team BQR dal MotorLand Aragon), attuale protagonista del CEV Moto3 proprio con una FTR Honda M312 del Wild Wolf BST, la stessa moto con la quale correrà a Misano Adriatico Nuova wild card per Kevin Calia Dopo l’ottimo quattordicesimo posto conseguito al Mugello, Kevin Calia, attuale capo-classifica del CIV Moto3, si ripresenterà al via del mondiale a Misano Adriatico in qualità di wild card con la Honda NSF250R del team Elle2 Ciatti. Due volte campione italiano Minimoto (2005 e 2006), vincitore del Metrakit World Festival 2007 a Valencia, tra i grandi protagonisti nella Red Bull MotoGP Rookies Cup conquistando una splendida vittoria a Brno nel 2010 (ed un 2° posto in volata ad Assen nella medesima stagione), Calia lo scorso anno aveva concluso 3° nel CIV 125 alle spalle di Niccolò Antonelli e Romano Fenati ben figurando nelle due comparsate da wild card nel mondiale al Mugello (13° prima di esser stato coinvolto nella caduta di Niklas Ajo davanti a sè) e proprio a Misano Adriatico (16°). In questa stagione Calia sta letteralmente dominando il campionato italiano: cinque vittorie nelle ultime cinque gare, +12 in classifica rispetto a Matteo Ferrari complice la battuta d’arresto in casa ad Imola (scivolato dopo una problematica partenza, 8° sul traguardo). Esordio mondiale da wild card per Stefano Valtulini Oltre a Kevin Calia, a Misano Adriatico correrà in qualità di wild card Stefano Valtulini, 16enne bergamasco (nativo di Calcinate, classe ’96) all’esordio nel Motomondiale con la Honda NSF250R dell’Imperiali Racing Team. Protagonista nel recente passato tra Minimoto (campione italiano Junior A e Junior B nel biennio 2006-2007) e MiniGP (classi 70 e 80cc, 4° nell’Europeo 2009 e 3° nell’italiano), lo scorso anno Valtulini aveva preso parte alla Red Bull MotoGP Rookies con diversi risultati convincenti, su tutti la pole al Mugello, un 4° posto a Brno e, proprio a Misano, un 9° posto finale Valtulini quest’anno milita nel CIV Moto3 con una Honda NSF250R dell’Imperiali Racing Team, gloriosa compagine capitolina di successo negli anni ’60 e ’70 (ben 8 titoli italiani) fondata da Agusto Imperiali e riportata in auge in questa stagione da suo figlio Andrea con uno staff di prim’ordine (team manager Gianluca Di Carlo, motorista Alfredo Meloni coadiuvato da Nicola Nannola, Salvatore Giorlandino responsabile della ciclistica e Valerio Di Carlo tecnico elettronico). Attualmente terzo nella classifica di campionato con due podi (al Mugello, 3° dopo esser scattato dalla pole di classe Moto3) all’attivo, Valtulini nelle due gare del CIV a Misano aveva concluso in 5° e 9° posizione con la stessa Honda con la quale esordirà nella serie iridata. Chiude la MZ, Toni Finsterbusch con Racing Team Germany Brutte notizie per la MZ. A seguito di problemi di natura economica dell’azienda (a rischio fallimento, stando a quanto riporta la stampa tedesca), Martin Wimmer ha doverosamente deciso di “congelare” i programmi sportivi nelle classi Moto2 e Moto3. Per questa ragione Toni Finsterbusch correrà a Misano Adriatico, ma sotto le insegne del Racing Team Germany, struttura che si occupava della gestione tecnica dei programmi MZ relativi alla classe Moto3. Per il momento “Fibu” è sicuro di correre con la propria Honda NSF250R soltanto a Misano Adriatico accanto a Louis Rossi (su FTR Honda M312): budget e risoluzione contrattuale con MZ permettendo, proseguirà questa avventura nelle restanti prove del calendario iridato. Antonelli e Rins in pista grazie ai riferimenti del CIV Un vantaggio non da poco. Grazie ad una deroga del regolamento FIM in materia di test a stagione in corso sui tracciati che ospitano una prova del mondiale, i “rookie” Niccolò Antonelli (San Carlo Gresini Moto3) e Alex Rins (Team Estrella Galicia 0,0) lo scorso mese di luglio avevano preso parte da wild card alla tappa del CIV a Misano Adriatico, preparandosi nel miglior modo possibile al Gran Premio della serie iridata. In quell’occasione Antonelli aveva dominato il week-end conquistando, in sella alla propria FTR Honda M312, pole (1’44″908) e vittoria nelle due gare, mentre il campione CEV 125 in carica con la Suter Honda MMX3 del Monlau Competicion aveva terminato 2° e 3° di classe Moto3. Va detto che questa “deroga” del regolamento è concessa soltanto ai piloti alla prima stagione di presenza nel mondiale: per questa ragione il team di Emilio Alzamora ha potuto schierare soltanto Alex Rins e non il suo compagno di squadra Miguel Oliveira. Risolto il “caso Fenati” Caso (mediatico) risolto. Nei giorni scorsi era trapelata la notizia di una “lite” tra Romano Fenati ed un Vigile Urbano della Polizia Municipale di Ascoli Piceno con addirittura il campione europeo 125 GP “a rischio” per Misano a seguito di una frattura al tendine del piede destro. Lo stesso “Fenny” ha raccontato l’accaduto, chiarendosi di persona nella giornata di ieri con il tenente colonnello Pier Paolo Piccioni. “Sono molto sorpreso che quanto accaduto lo scorso venerdì abbia suscitato scalpore, tanto da farne un caso. Le dichiarazioni che ho letto non rispecchiano il mio pensiero. Non ho mai asserito di essere stato ‘investito’ dandone responsabilità al Vigile Urbano in questione né ho riportato alcuna ‘frattura al tendine’. Mi spiace se tale malinteso abbia causato disagi alla Polizia Municipale con la quale ho da sempre un ottimo rapporto“. Smentita doverosa anche da parte di Alfredo Mastropasqua, coordinatore del settore velocità della Federmoto e responsabile dei programmi sportivi del Team Italia FMI. “Le notizie circolate negli ultimi giorni riguardanti le condizioni di salute di Fenati meritano una rassicurante smentita a beneficio di tifosi, addetti ai lavori ed avversari: il pilota ascolano correrà regolarmente il GP di Misano. Romano è stato protagonista di un evento che, seppur banale, ha generato una spiacevole incomprensione con la Polizia Municipale di Ascoli.Alex Marquez campione CEV Moto3 2012 Mentre i suoi colleghi approfittavano delle tre settimane di sosta per qualche (meritato) giorno di relax, Alex Marquez domenica scorsa si è laureato Campione del CEV Moto3 in sella alla Suter Honda MMX3 del Monlau Competicion di Emilio Alzamora. Alla sua seconda stagione nel Campeonato de España de Velocidad, il 16enne pilota iberico ha concluso quarto in gara e, sfruttando l’uscita di scena del suo più diretto rivale Luca Amato (a terra complice un pauroso high-side al 13° giro, in quel momento all’attacco del 1° posto), si è aggiudicato il titolo con una gara d’anticipo. Da Indianapolis pilota titolare del World Wide Racing (oggi “Ambrogio NEXT Racing”) in sostituzione di Simone Grotzkyj Giorgi, Marquez Jr aveva sfiorato questo prestigioso riconoscimento lo scorso anno all’esordio nel CEV 125 sempre con il Monlau Competicion, battuto soltanto all’ultima gara dal proprio compagno di squadra Alex Rins. Se Alex Marquez ha concluso 4°, sul gradino più alto del podio ad Albacete ha concluso Juanfran Guevara (prossimamente wild card ad Aragon) riuscendo a spuntarla soltanto in volata rispetto al nostro Francesco Bagnaia, 2° con una Honda NSF250R della formazione di Emilio Alzamora dando vita ad una strepitosa rimonta (addirittura 14° al termine del 1° giro). 48 domande d’iscrizione per il 2013 Sono ben 48 le domande d’iscrizione presentate dalle squadre per prender parte al mondiale Moto3 2013. Questo il numero comunicato da Dorna ed IRTA nel corso del fine settimana di Brno, termine ultimo consentito ai team per inoltrare alle competenti sedi IRTA tutta la documentazione necessaria (garanzie economiche comprese) in vista del 2013. Di queste 48 domande si arriverà già nel week-end di Misano ad una prima scrematura e conseguente definizione dell’entry list provvisoria delle squadre ammesse al via. Per Dorna e FIM l’obiettivo è di attestarsi sui livelli del 2012, ovvero con 32 Moto3 in griglia a tempo pieno nel mondiale. Louis Rossi starter della 24 ore di Le Mans Nativo e residente a Le Mans, vincitore sul tracciato “Bugatti” quest’anno in Moto3, l’Automobile Club de l’Ouest non poteva che scegliere Louis Rossi come “starter” d’eccezione della 35esima 24 ore di Le Mans motociclistica. Il pilota francese, attuale portacolori del Racing Team Germany e prossimo al passaggio in Moto2 (da tempo vanno avanti le trattative con Tech 3), ha dato il via sabato 8 settembre alla celebre maratona Endurance della Sarthé, sventolando la bandiera verde per poi assistere alla gara ospite del team Yamaha GMT94, iridato 2012, 4° sul traguardo e 3° in campionato. Doppia-doppietta KALEX-KTM Campione del Mondo Moto2 in carica con Stefan Bradl, quest’anno KALEX-engineering sta ben figurando anche in Moto3. Grazie all’accordo stipulato con KTM, la Factory tedesca ha messo in condizione i team Aspar e RW Racing GP di ottenere degli ottimi risultati soprattutto nelle ultime due gare con Luis Salom (RW Racing GP) e Jonas Folger (MAPFRE Aspar Team) in trionfo rispettivamente ad Indianapolis e Brno. In quest’ultimo caso inoltre i due piloti di punta KALEX-engineering hanno siglato una “doppietta” con il tedesco primo ed il maiorchino secondo sul traguardo, completando per il secondo GP di fila un podio monopolizzato dai piloti “spinti” dal monocilindrico 250cc 4 tempi.. Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy