Moto2: Stefan Bradl spiega il tempone dei test a Jerez

Moto2: Stefan Bradl spiega il tempone dei test a Jerez

Ha lasciato le prove in Andalusia con il nuovo record

Ha già vinto una gara mostrando una grande progressione nella seconda parte della stagione 2010, ma probabilmente neanche lui si sarebbe aspettato un tempone del genere. In occasione degli ultimi test pre-campionato a Jerez de la Frontera Stefan Bradl, dotato di una KALEX evoluzione del Kiefer Racing, ha comandato la classifica viaggiando sul miglior crono di 1’42″697, ben 2 secondi sotto la pole 2010 siglata dal compianto Shoya Tomizawa (1’44″710). L’evoluzione tecnica della categoria ha sicuramente dato una mano per la realizzazione di questo record, ma Stefan Bradl per tutto l’arco del pre-campionato 2011 è stato grande protagonista. L’ex campione spagnolo 125, figlio d’arte (suo padre Helmut ha corso a inizio anni ’90 in 250cc), può puntare a qualcosa di grande per l’esordio stagionale del 20 marzo prossimo a Losail. Sono felice perchè non mi sarei mai aspettato di chiudere i test davanti a tutti“, ha detto Stefan Bradl. “Questo dimostra che siamo in un buon momento ed il merito è della squadra, perchè sulla base dell’esperienza maturata nel 2010 abbiamo migliorato tutti gli aspetti della moto. Partiamo fiduciosi per Losail, perchè in condizione da qualifica abbiamo spiccato la “pole” e sul passo gara non siamo tanto distanti da questo riferimento cronometrico“. Stefan Bradl a Jerez ha realizzato una simulazione di gara mantenendosi sul ritmo dell’1’42” alto-1’43” basso: un ruolino di marcia da vittoria, anche se manca la controprova in un Gran Premio vero e proprio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy