Moto2: caccia a Bradl per Marquez e gli italiani al Mugello

Moto2: caccia a Bradl per Marquez e gli italiani al Mugello

Penultimo appuntamento prima della sosta estiva

Commenta per primo!

Sbaglia anche Stefan Bradl. Questa la “notizia” per la classe Moto2 dopo il fine settimana al TT Circuit Van Drenthe di Assen, con il capoclassifica di campionato protagonista del primo vero errore di una stagione, fino a quel momento, semplicemente straordinaria. Un’ascesa inarrestabile verso il comando della graduatoria con quattro vittorie, cinque podi e altrettante pole position, abbastanza per presentarsi questo fine settimana al Mugello con un tesoretto di 57 punti sul suo più diretto inseguitore potendo inoltre contare su di una KALEX tradizionalmente competitiva sui tracciati veloci, vedi il 2° posto conquistato lo scorso anno con Sergio Gadea. Se Bradl ha commesso il primo errore della stagione, Marc Marquez con la splendida vittoria di Assen ha rilanciato le proprie quotazioni in campionato, ora secondo a -57 dal pilota tedesco, penalizzato dal poker di KO conseguiti nei primi tre round e a Silverstone. Al Mugello il pupillo di Emilio Alzamora conta di bissare quanto realizzato nella passata stagione in 125cc: vittoria (la prima nella ottavo di litro), via libera alla rincorsa al titolo mondiale. Una speranza condivisa anche da Simone Corsi, 3° in campionato con 60 punti da recuperare con la FTR di Ioda Racing Project, in grado di vincere al Mugello una splenda gara in 125cc nel 2008. Il pilota romano è uno dei tanti nostri portabandiera attesi protagonisti per il GP di casa: da Andrea Iannone in cerca del riscatto sul tracciato dove dominò nella passa stagione su Speed Up (oggi con la Suter del Speed Master Team), passando per Alex De Angelis (MotoBI/TSR del JiR), Claudio Corti (tanti test al Mugello con la Suter dell’Italtrans Racing Team), un Michele Pirro ormai presenza fissa nelle posizioni di vertice della categoria, senza scordarci di Alex Baldolini (positivo ad Assen con la Suter Forward Racing) e Mattia Pasini dalle quotazioni in risalita nelle ultime due gare. In più la pattuglia tricolore sarà rafforzata dalla presenza di Mattia Tarozzi, wild card con la Suter del Faenza Racing, e da Raffaele De Rosa al ritorno con una FTR dopo la positiva esperienza di Silverstone. Tanti i movimenti per una classe in continua evoluzione con il team Aspar protagonista: fuori Julian Simon per infortunio, concluso il rapporto di collaborazione con Xavi Fores, con le due Suter sono attesi il leader del CEV Moto2 Jordi Torres (già con Aspar a Silverstone) ed il protagonista del mondiale Supersport David Salom che aspetta soltanto la “liberatoria” da parte di Kawasaki per esordire tra le Moto2. Tra i piloti attesi ad una gran prova al Mugello non posson mancare Yuki Takahashi (Moriwaki Gresini Racing), Thomas Luthi (Suter Interwetten), la coppia del Marc VDS Racing Team composta da Mika Kallio e Scott Redding, senza scordarci di Aleix Espargaro (Pons KALEX), Kenan Sofuoglu per la prima volta sul podio ad Assen con la Suter Technomag CIP e Bradley Smith, quarto in campionato con la Tech 3, tra le rivelazioni di questa stagione, in cerca di una conferma per questo penultimo appuntamento prima della sosta estiva. Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy