Valentino Rossi: “Adesso posso forzare di più sull’anteriore”

Valentino Rossi: “Adesso posso forzare di più sull’anteriore”

Spicca il sesto tempo assoluto nei test di Jerez

di Redazione Corsedimoto

L’impegno non è mancato, lo testimoniano i 90 giri a referto e la voglia di trovare una soluzione ai problemi incontrati da due anni a questa parte. Valentino Rossi a Jerez de la Frontera è riuscito, seppur soltanto nell’ora conclusiva di prove, a recuperare terreno rispetto agli avversari ritrovandosi in 6° posizione assoluta a poco meno di 1″ dalla “pole” di Casey Stoner, completando anche un long-run in ottica simulazione-gara da 14 giri consecutivi.

Rispetto al recente passato sono stati risolti alcuni dei problemi della Ducati Desmosedici GP12: migliora il feeling con l’anteriore, ma il distacco resta, per sua stessa ammissione, ancora importante…

E’ andata molto meglio rispetto a venerdì, per questo possiamo essere contenti“, afferma Valentino Rossi. “Purtroppo paghiamo le scelte del passato: nella seconda sessione di test a Sepang avevamo seguito una strada nella definizione della messa a punto che si è rivelata sbagliata. Poi la pioggia ieri non ci ha dato una mano, abbiamo perso tempo prezioso riuscendo soltanto oggi a recuperare.

In questo momento il nostro potenziale è da 1’39″7, da sesto posto in poche parole. La nostra moto ha soltanto 6-7 giorni di vita, per questo non è un crono da buttar via. Con diverse modifiche oggi siamo stati inoltre in grado di migliorare l’ingresso curva che è il nostro principale problema: adesso posso forzare di più, senza dubbio un buon segno.

La strada è ancora lunga a giudicare dal distacco subito dai primi, ma per il poco tempo di prove a disposizione siamo riusciti a fare dei passi avanti e prepararci al Gran Premio del Qatar: adesso siamo pronti per correre.“

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy