MotoGP: Vito Ippolito prova a far chiarezza sulla Moto1

MotoGP: Vito Ippolito prova a far chiarezza sulla Moto1

In un’intervista a “Solo Moto” spiega le novità per il futuro

di Redazione Corsedimoto

I regolamenti MotoGP per il 2012 continuano a far discutere. Pochi punti certi: potranno correre le attuali 800cc, ma anche moto con propulsori da 1000cc con alesaggio di 81mm. Inevitabile la replica di Infront MotorSport, promoter della Superbike, che non ne vuol sapere di vedere “motori derivate dalla serie” in MotoGP. In attesa di scoprire nel dettaglio i nuovi regolamenti probabilmente già a Brno (in agenda una riunione della Grand Prix Commission), il Presidente della FIM Vito Ippolito a “Solo Moto” ha provato a far chiarezza sulla futuribile “Moto1“, anche lui in attesa di scoprire le mosse di Dorna e MSMA (associazione dei costruttori).

I regolamenti FIM parlano chiaro: ci sono moto prototipi (MotoGP) e moto derivate dalla serie (Superbike), che possono esser acquistate da un concessionario e devono avere un numero minimo di esemplari prodotti. La MotoGP non sarà mai così e la FIM vuole mantenere ben chiare le differenze tra le due moto e campionati: la filosofia della Superbike è che l’utente può vedere la propria moto correre in pista, mentre in MotoGP i costruttori realizzano prototipi ad alta tecnologia.

Non possiamo comunque discutere su quali pezzi MotoGP possono derivare da una moto standard e viceversa: c’è ancora grande incertezza e non è ancora stato definito nel dettaglio il nuovo regolamento della MotoGP. Per la FIM un propulsore che dispone di un carter-motore di serie non significa che non può essere un prototipo, bisogna parlare nel suo complesso e non di specifiche parti da chiarire in futuro.

Noi siamo in attesa di conoscere nel dettaglio il nuovo regolamento: tipo di motore, serbatoio di carburante… So per certo che i costruttori vogliono avere il “controllo” dei motori: un anno e mezzo fa abbiamo parlato con loro della possibilità di realizzare 3/4 motori per portare più piloti in pista, prima ci han detto di no, poi sì,. ma tornando alle 1000cc. Penso che sia questo l’indirizzo delle case per il 2012“.

L’intervista completa su Solo Moto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy