MotoGP: Stoner “Quanti problemi, il terzo posto va bene”

MotoGP: Stoner “Quanti problemi, il terzo posto va bene”

Problemi di gomme e fisici, ma Stoner è sul podio

Commenta per primo!

Non era il Casey Stoner che conosciamo quello visto oggi a Estoril, arrendevole nei confronti dei fuggitivi Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo. L’australiano ha incontrato più problemi del previsto, decisamente inaspettati: prima la scarsa resa del pneumatici posteriore, successivamente anche un dolore alla schiena che, in un sol giro (tempi alla mano) gli ha fatto perdere ben 2 secondi. Con tutte queste disavventure anche un terzo posto può andar bene pensando già a Le Mans.

Sono partito bene, ma alla prima curva ho dovuto rallentare per evitare Pedrosa e anche Simoncelli che ha preso un’imbarcata“, spiega Casey Stoner. “Ero in quarta posizione e, poco più tardi, Simoncelli è caduto, questo mi ha fatto perdere il treno per stare con Pedrosa e Lorenzo.

A dire il vero non avevo grande fiducia nei primi giri con la gomma posteriore, sembrava non lavorare al meglio ed in particolare sul lato sinistro tanto che, più volte, ho rischiato di cadere: anche per questo ho abbassato un pò il mio ritmo.

Ad un certo punto durante la gara ho iniziato ad avvertire del dolore alla schiena, era come bloccata e per 3-4 curva non riuscivo a muovermi, praticamente ero senza fiato. Ho pensato che da lì in avanti sarei stato costretto al ritiro, ma per fortuna in un giro il dolore si è attenuato ed è sempre andata meglio. Per fortuna sono riuscito a concludere in terza posizione, tenendo conto di tutti i problemi vissuti nel week-end è un buon risultato”

Complice il ritiro “forzato” di Jerez, Casey Stoner con un 1° ed un 3° posto in tre gare si ritrova al terzo posto in classifica di campionato a 24 punti dal leader Jorge Lorenzo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy