MotoGP: Pedrosa “Rispetto al passato la moto è già veloce”

MotoGP: Pedrosa “Rispetto al passato la moto è già veloce”

Fiducioso dopo il primo test con la nuova RC212V

Commenta per primo!

Due sostanziali aspetti non hanno consentito a Dani Pedrosa di vincere ancora un titolo mondiale in MotoGP: la disponibilità di una moto subito competitiva e gli infortuni. Se n’è accorto anche quest’anno, iniziando la stagione con una Honda RC212V in rincorsa rispetto alla concorrenza, concludendola con l’infortunio rimediato a Motegi. Fattori importanti da risolvere, assolutamente, per l’anno nuovo, con sempre in testa l’obiettivo-campionato. In merito alla competitività della sua moto il “runner-up” di questa stagione sembra comunque fiducioso, come confidato in un intervento pubblicato sul proprio blog promosso dalla Repsol.

Nelle prove a Valencia la nuova moto mi ha dato un buon feeling“, spiega Dani Pedrosa. “E’ sicuramente un aspetto importante specie se ripenso alle ultime stagioni quando, all’inizio, la moto non andava bene. Dobbiamo continuare a lavorare per poter cominciare la stagione nel migliore dei modi. Sarà determinante iniziare il campionato già in condizione di poter vincere se vogliamo puntare al titolo“.

Parlando invece dell’infortunio, il check-up medico di mercoledì e giovedì a Barcellona presso la Clinica Universitaria Dexeus gli ha consentito di programmare la riabilitazione per le prossime settimane.

Pensavo che martedì all’inizio dei test, dopo una giornata di riposo, mi sarei sentito meglio, ma in realtà è stato anche peggio. A questo punto sono andato a farmi visitare e mi è stato detto che devo stare tre o quattro settimane in relax, riposo totale per il mio braccio. Questo non significa che avrò per quel periodo completamente recupero, sarà necessario un nuovo esame per vedere a che punto siamo: non mi resta che aspettare“, ha concluso il vice-campione del mondo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy