MotoGP Mugello Prove Libere 1: Lorenzo su Rossi e Stoner

MotoGP Mugello Prove Libere 1: Lorenzo su Rossi e Stoner

Grande spettacolo nelle prime prove libere al Mugello

Commenta per primo!

Per descrivere cosa si è vissuto nella prima sessione di prove libere al Mugello della MotoGP, bisogna tornare a 26 minuti dal termine. Giro di boa della sessione, torna nuovamente in pista Casey Stoner e, tanto per gradire, piazza un bel 1’50″1. Livio Suppo al box Ducati si guarda intorno, strabuzza gli occhi, esordisce con un “Paura!” facilmente comprensibile dal labbiale, con un’espressione tra il meravigliato ed il preoccupato per la velocità dimostrata. Avrà pensato al suo pupillo, ma è un pensiero generale: questo venerdì al Mugello è il miglior veicolo promozionale per invitare il pubblico a venire in gran numero domenica ad assistere ad un Gran Premio più aperto che mai, dai valori sportivi esaltati dai saliscendi del circuito toscano. Quanto alla giornata odierna, il miglior tempo è riuscito a spiccarlo Jorge Lorenzo, in un convincente stint nell’ultimo quarto di prove dove si è preso il lusso di precedere gli attesi duellanti, Valentino Rossi e Casey Stoner, con Dani Pedrosa in quarta posizione a breve distanza.

D’altronde l’inizio di questa sessione aveva portato delle premesse non da poco: primo giro di Valentino Rossi, 1’50″8. Così, senza alcun riferimento quest’anno, ma con dalla sua parte un dominio ininterrotto di sette trionfi consecutivi. Rossi prosegue il suo mini-run, arriva all’1’50″3 aspettando la riscossa di Stoner: giunge a 1 millesimo dal suo tempo, riesce al passaggio successivo a migliorare di 0″043. Valentino rientra così ai box, si tira dietro Pedrosa che segue, comprende e impara, si piazza terzo con Lorenzo che, per un attimo, compare al vertice della classifica, prima della risposta di Stoner e Rossi nel finale. Prima è Valentino, poi l’australiano, infine “Porfuera”, primo (e unico oggi) a scendere sotto il muro dell’1’50 con il definitivo e benaugurante 1’49″870.

Una sessione di qualifiche mascherata da prove libere, con i soliti “Fantastici quattro” nella top-4, pronostico aperto e ciascuno dei quattro piloti che può ambire alla vittoria. Lorenzo per la prestazione odierna, Rossi per i precedenti e la facilità di segnare tempi sensazionali, Stoner per l’innata velocità e Pedrosa per esser sempre e costantemente lì a giocarsela. Questo è quanto al Mugello da un punto di vista sportivo, scorgendo anche gli aspetti tecnici, con Stoner avanti e indietro tra pista e box con le sue Desmosedici GP9 con forcellone tra carbonio (moto 1) e alluminio (moto 2) ed una Yamaha che dell’equilibrio fa la propria forza, realizzando la più classica delle doppiette in vertice.

Conferme in questo senso arrivano anche da Colin Edwards, quinto davanti ad Alex de Angelis che al Mugello è sempre tra i più veloci tanto da tener testa a Loris Capirossi, Randy De Puniet, Andrea Dovizioso (solo 9°) e Marco Melandri a chiudere la top ten. Progressi notevoli per Niccolò Canepa, 14° nonostante una caduta all’avvio quando era in decima posizione nella classifica dei tempi, quanto basta per precedere Nicky Hayden ed il suo compagno di squadra Mika Kallio, ultimo in una griglia di soli 17 piloti per il forfait di Sete Gibernau e di tutto il team Grupo Francisco Hernando.

MotoGP World Championship 2009
Mugello, Classifica Prove Libere 1

01- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – 1’49.870
02- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.195
03- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP9 – + 0.274
04- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.938
05- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.021
06- Alex De Angelis – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.028
07- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.137
08- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1.160
09- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 1.336
10- Marco Melandri – Hayate Racing Team – Kawasaki ZX-RR – + 1.489
11- James Toseland – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.531
12- Toni Elias – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.953
13- Chris Vermeulen – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 2.124
14- Niccolò Canepa – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP9 – + 2.449
15- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP9 – + 2.533
16- Yuki Takahashi – Scot Racing Team – Honda RC212V – + 2.737
17- Mika Kallio – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP9 – + 2.749

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy