MotoGP Misano Prove 2: Marquez, Pedrosa, Rossi al comando

MotoGP Misano Prove 2: Marquez, Pedrosa, Rossi al comando

Espargaro è 5° con la ART, Pirro miglior Ducatista

Commenta per primo!

Il record sul giro in condizioni “gara” di Jorge Lorenzo del 2011 è distante soli tre decimi. All’esordio in sella ad una MotoGP al Misano World Circuit Marco Simoncelli, Marc Marquez è già su livelli da primato: dopo il miglior riferimento cronometrico conseguito nella mattinata, il capoclassifica di campionato (imbattuto all’ex Circuito Santamonica nell’ultimo triennio tra 125cc e Moto2) si è ripetuto anche nella seconda sessione di prove libere fermando i cronometri sull’1’34″200. Non si è fatto mancare davvero nulla il nuovo “craque” del motociclismo nel pomeriggio a Misano, decisamente competitivo in termini di “time attack”, sul “passo”, prendendosi anche un grande rischio alla curva del “Carro” restando in piedi per miracolo dopo aver abbondantemente perso l’anteriore della propria Honda RC213V Factory Spec.

Gran turno per il fenomeno di Cervera, medesimo discorso per Dani Pedrosa, non soltanto per i soli 33 millesimi di svantaggio accusati dal proprio compagno di squadra, ma soprattutto per un apprezzabile e rimarchevole ritmo-gara costantemente sull’1’33” basso. Gran finale per la coppia Repsol Honda, medesimo discorso per Valentino Rossi, terzo nella graduatoria dei tempi e, “a ruota” proprio di Marquez nell’ultimo giro effettuato, ritrovandosi a 8/100 dalla vetta al “T3” prima di dover chiudere il gas ritrovandosi Lukas Pesek davanti a sé. Segnali positivi/incoraggianti per il 9 volte Campione del Mondo e per il nuovo cambio “seamless” all’esordio sulle due Yamaha YZR M1 1000cc ufficiali con Jorge Lorenzo quarto in graduatoria a 295/1000 dal leader Marquez, soltanto 37 a vantaggio del proprio compagno di squadra.

La “doppia coppia” Repsol Honda e Yamaha Factory monopolizza le prime quattro posizioni in classifica, ma a sorprendere (si fa per dire…) è Aleix Espargaro, quinto assoluto con la ART-Aprilia CRT del team Aspar con soltanto mezzo secondo da recuperare rispetto alla “pole”. Grande prestazione per il miglior esponente dei “Claiming Rule Team” che tiene testa alle Honda di Alvaro Bautista (6°) e Stefan Bradl (9°, scivolato alla curva 6) così come alle Yamaha Tech 3 di Cal Crutchlow (10°) e Bradley Smith (14°, a terra alla “Variante del Parco”) e a tutte le Ducati Desmosedici al via.

Il miglior “Ducatista” risponde al nome di Michele Pirro, convocato nuovamente in sostituzione di Ben Spies, 7° assoluto con la GP13 Laboratorio iscritta sotto le insegne del Pramac Racing davanti ad Andrea Dovizioso (8°), Andrea Iannone (11°) e Nicky Hayden (12°). Sempre per quanto concerne i piloti italiani, grande prestazione dei nostri due alfieri della classe CRT: Danilo Petrucci 13° assoluto con la Ioda Suter BMW è secondo di categoria, 15° e 3° di classe con la FTR Kawasaki del Forward Racing invece Claudio Corti, entrambi preceduti soltanto da Aleix Espargaro. Niente da fare invece per il rientrante Karel Abraham, a terra alla curva 6 e dolorante alla mano sinistra.

MotoGP World Championship 2013
Misano World Circuit Marco Simoncelli, Classifica Prove Libere 2

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’34.200
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.033
03- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.258
04- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.295
05- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 0.532 (CRT)
06- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.658
07- Michele Pirro – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.689
08- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.701
09- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.907
10- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.008
11- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.018
12- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.231
13- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 1.733 (CRT)
14- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.804
15- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 1.922 (CRT)
16- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 1.981 (CRT)
17- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 2.053 (CRT)
18- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.083 (CRT)
19- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 2.446 (CRT)
20- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 3.110 (CRT)
21- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 3.134 (CRT)
22- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 3.168 (CRT)
23- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 3.522 (CRT)
24- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.762 (CRT)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy