MotoGP Le Mans Prove Libere 3: Stoner a terra, ma sempre 1°

MotoGP Le Mans Prove Libere 3: Stoner a terra, ma sempre 1°

Caduta a metà sessione, ma si riporta davanti

Commenta per primo!

Con Adriana e la primogenita Alessandra Maria ai box, per “Daddy” Casey Stoner, nel suo primo week-end di “pre-pensionamento”, sarebbe meglio non forzare, ma non è nel suo stile. Nella terza e conclusiva sessione di prove libere del Gran Premio di Francia sul tracciato “Bugatti” di Le Mans, il Campione del Mondo in carica si riconferma al comando della classifica dei tempi in 1’33″945, non prima di ritrovarsi a terra giusto a metà sessione per un banale errore all’ingresso della traditrice Variante “Chemin Aux Boeufs”: arrivato fortissimo, Stoner con la propria Honda RC213V Factory è passato sopra il cordolo interno, con l’inevitabile risultato di perdere l’anteriore ritrovandosi a terra, fortunatamente senza conseguenze.

Al primo errore di questa stagione, Stoner ha rimediato con un’interessante “run” finale sull’1’33” alto-1’34” basso, sufficiente per staccare un terzetto di Yamaha YZR M1 1000cc capeggiato da Cal Crutchlow con Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo a seguire, tutti racchiusi in mezzo secondo. A suo solito Casey si conferma imprendibile nelle prove relegando il suo più diretto inseguitore Crutchlow a 480 millesimi, a quasi 7/10 Dani Pedrosa che non va oltre la sesta posizione, preceduto dalla Honda “clienti” del Team Gresini affidata ad Alvaro Bautista, in gran spolvero sul tracciato della Sarthè.

Ultimo pilota a contenere lo svantaggio a meno di 1″ risulta Valentino Rossi, 7° a 0″812, ristabilendo le gerarchie in Ducati davanti di 3/10 rispetto ad Hector Barbera (GP12 Sat del Pramac Racing Team, 8°), mezzo secondo e spiccioli su Nicky Hayden (9°) e Karel Abraham (10°), seguiti a distanza da un Ben Spies in difficoltà.

Passando alle “CRT“, Randy De Puniet in casa si conferma il pilota da battere con la ART-Aprilia del team Aspar seguito da un positivo Michele Pirro con la “nuova” FTR Honda del Team Gresini e la FTR motorizzata Kawasaki Ninja ZX-10R di Yonny Hernandez (Avintia Blusens BQR), chiude in 4° posizione Danilo Petrucci con la Ioda TR003 nonostante una caduta ad inizio sessione alla curva del “Musée”, medesima sventura occorsa poco più tardi alla Variante “Dunlop” da Mattia Pasini, incappato in un rovinoso highside mostrandosi visibilmente dolorante alla mano sinistra.

MotoGP World Championship 2012
Le Mans, Classifica Prove Libere 3

01- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’33.945
02- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.480
03- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.484
04- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.511
05- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.526
06- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.691
07- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 0.812
08- Hector Barbera – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.136
09- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.316
10- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.383
11- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 1.478
12- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.523
13- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.444 (CRT)
14- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda – + 2.721 (CRT)
15- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – FTR Kawasaki – + 3.193 (CRT)
16- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – + 3.721 (CRT)
17- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 3.747 (CRT)
18- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 3.995 (CRT)
19- Ivan Silva – Avintia Blusens – Inmotec MotoGP – + 4.399 (CRT)
20- Chris Vermeulen – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 5.562 (CRT)
21- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 12.718 (CRT)

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy