MotoGP: Dani Pedrosa “Casey Stoner? Difficile da battere”

MotoGP: Dani Pedrosa “Casey Stoner? Difficile da battere”

Le sensazioni del pilota Honda prima dei test di Sepang

Commenta per primo!

Nell’era 800cc Dani Pedrosa è stato per la Honda quello che, lo dicono i numeri, Casey Stoner ha rappresentato per la Ducati: il punto di riferimento in termini di risultati e di traguardi raggiunti. Cosa succederà adesso che si ritroveranno sotto lo stesso tetto? Lo si comprenderà meglio a partire dai test di Sepang dell’1-3 febbraio, anche se Pedrosa ha già la sua idea in materia. In un’intervista ad AS, il tre volte Campione del Mondo tra 250 e 125 non si sente preoccupato dall’arrivo dell’australiano in HRC: come sempre resta un avversario da battere.

Stoner è stato un rivale in tutte le categoria. E’ veloce, un ottimo pilota e ha sempre avuto una buona moto: come sempre sarà un avversario duro da battere, perchè lui è sempre al top. Per lo sviluppo della moto non ci saranno problemi: la Honda all’inizio a tutti i piloti ufficiali affida la stessa moto, poi a seconda della posizione in classifica ci saranno degli aggiornamenti“.

Guardando alla stagione 2011, Pedrosa ha un solo obiettivo. “Se guardiamo in questi anni i punti che mi sono mancati per vincere il campionato sono dovuti agli infortuni che ho subito. Io spero di non dover più ritrovarmi nella condizione di correre non al meglio o dover recuperare da brutte cadute. Senza l’infortunio del 2010 sarei riuscito a vincere il titolo? Non lo sapremo mai, anche se Lorenzo aveva già 54 punti di vantaggio ed era molto forte in quel periodo”.

Dani Pedrosa ha confermato che i test di Sepang serviranno a valutare la condizione fisica a seguito dell’infortunio alla spalla rimediato a Motegi, prima occasione di confronto anche con Valentino Rossi passato in Ducati. “Sarà senza dubbio tra i favoriti. Non mi ha indicato tra i candidati al titolo 2011? Ognuno ha i propri pensieri…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy