MotoGP: conclusi i test di Pasini al Mugello “Grazie Ducati!”

MotoGP: conclusi i test di Pasini al Mugello “Grazie Ducati!”

Terminata la tre giorni di prove con la Desmosedici GP9

Commenta per primo!

Tre giorni di prove, due cadute, tanti giri percorsi, un miglior tempo in 1’51″9. Si è conclusa la tre-giorni di test al Mugello per Mattia Pasini, alla seconda presa di contatto con una Ducati MotoGP, questa volta la Desmosedici GP9 ufficiale. Il pilota romagnolo, che sul medesimo tracciato ha vinto quest’anno in 250cc, non ha lesinato impegno come testimoniano le due cadute che, forse, non gli hanno consentito di abbassare ulteriormente il suo riferimento cronometrico per sua stessa ammissione non proprio “positivo”.

E’ stata un’esperienza davvero bella e positiva ed avrebbe potuto essere addirittura meglio sotto il punto di vista del miglior tempo assoluto“, ha dichiarato il protagonista della classe 250. “Infatti purtroppo sono caduto al “Correntaio” dopo aver cominciato la giornata davvero alla grande, con un ottimo feeling con la moto grazie alle modifiche di assetto che avevamo provato già ieri sul finire della sessione. Infatti ho tolto subito un secondo al mio miglior tempo, alla prima uscita. Non mi sono fatto nulla ma ho preso una botta al collo e poi non ho girato altrettanto bene: credo che altrimenti un altro secondo alla fine lo avrei levato. In ogni caso, ripeto, una bellissima esperienza per cui ringrazio Ducati e tutti i ragazzi che mi hanno seguito in questi tre giorni. Ci rivediamo all’Estoril la prossima settimana“.

Pasini dovrebbe così ritornare con l’Aprilia del Team Toth nella classe 250 dopo aver “gustato” in due differenti occasioni la Ducati MotoGP. Filippo Preziosi ha voluto ringraziarlo per la dedizione e l’impegno profuso nei tre giorni di prove al Mugello, con Mattia che non si è proprio risparmiato nel portare al limite la Desmosedici GP9.

Durante questo test ho potuto verificare personalmente come Mattia sia in grado di guidare una MotoGP nonostante le difficoltà. Questo è possibile solo grazie ad un talento non comune e ad una determinazione veramente straordinaria. Oggi abbiamo imparato tutti una lezione che va ben oltre le, peraltro interessanti, informazioni tecniche che abbiamo raccolto grazie ai commenti di Mattia: sono certo che ricorderemo a lungo questo test“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy