MotoGP Argentina Prove 1: Lorenzo torna protagonista

MotoGP Argentina Prove 1: Lorenzo torna protagonista

Suo il miglior tempo nella prima sessione a Rio Hondo

Commenta per primo!

All’Autodromo Termas de Rio Hondo è iniziato ufficialmente il Gran Premio Red Bull de la Republica Argentina, terzo round della MotoGP 2014. In un primo turno interlocutorio, vista la pista sporca e poco gommata, a primeggiare è stato Jorge Lorenzo. Il maiorchino della Yamaha porta la sua M1 in cima alla lista dei tempi (1’42”804) abbattendo il tempo di riferimento di 1’44”188 registrato da Stefan Bradl nel primo dei due giorni di test che la MotoGP ha effettuato il 4 e 5 luglio del 2013.

Primo tra le “Open” e secondo assoluto è Aleix Espargaro che sulla Forward Yamaha FTR paga un ritardo di mezzo secondo dal Lorenzo. In una graduatoria che ha visto alternarsi nella top10 piloti che spesso lottano nelle retrovie come Mike Di Meglio, in sella alla Avintia motorizzata Kawasaki, e Michael Laverty autore con la PBM anche di una scivolata alla curva 5, Alvaro Bautista chiude al 3° posto. Entro il secondo di ritardo dal leader (+0.902) chiude Andrea Iannone, primo tra le Ducati con “Concessioni Open” che precede la coppia del team Tech 3, Bradley Smith (5°) e Pol Espargarò (6°). Andrea Dovizioso (8°) contiene il distacco dalla M1 di testa in un secondo e 3/10 mentre Valentino Rossi chiude la Top10 con un +1.698 dal compagno di squadra nel Movistar Yamaha MotoGP.

In difficoltà le Honda ufficiali che pagano un calo inaspettato delle gomma Bridgestone: il leader del Mondiale Marc Marquez è 14°, Dani Pedrosa è 16° a quasi 3 secondi. Michele Pirro, sostituto di Cal Crutchlow nel team ufficiae Ducati, è 12°, Danilo Petrucci chiude con il 18° tempo dopo essere stato a lungo a ridosso delle zone alte della classifica.

Christian Tarragoni

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy