Casey Stoner: “Non voglio finire la mia carriera in questo modo”

Casey Stoner: “Non voglio finire la mia carriera in questo modo”

Il Campione del Mondo vuole tornare per Phillip Island

Commenta per primo!

Verso mezzogiorno la brutta notizia. Casey Stoner, informato dai medici “di fiducia” in Australia, è stato costretto non soltanto a rinunciare al GP di Brno, ma con ogni probabilità a star fuori per più di un mese con il rientro previsto (si spera) per Motegi ad inizio ottobre o, al più tardi, tra Sepang e Phillip Island.

Questo l’auspicio del Campione del Mondo che ha garantito di voler quanto prima tornare in sella per onorare il numero 1 ben in vista sul cupolino della propria Honda RC213V, ma soprattutto di voler chiudere nel miglior modo possibile la propria straordinaria carriera nel motociclismo.

Sono ovviamente molto dispiaciuto: per la squadra, la Honda, per tutti i ragazzi del team e che hanno lavorato con me in questi anni“, spiega Casey Stoner. “Dopo Indianapolis abbiamo aspettato l’esito delle analisi dei medici australiani di mia fiducia: a loro avevamo spedito il CD con tutte le nastre e la TAC effettuate ad Indianapolis perchè avevo bisogno del parere di chi mi conosce molto bene.

Speravo in buone notizie, ma purtroppo verso mezzogiorno ho saputo che non soltanto non avrei potuto correre a Brno, ma che devo operarmi al più presto. Insomma, molto peggio di quanto mi aspettassi.

Purtroppo non so quando tornerà in pista, dipenderà tutto dall’operazione e dalla riabilitazione. Vi assicuro che non mollerò e ho un gran voglia di correre: è il mio lavoro, ma soprattutto non voglio finire così la mia carriera.”

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy