MotoGP, Test Sepang: Bradley Smith si è addormentato di nuovo?

MotoGP, Test Sepang: Bradley Smith si è addormentato di nuovo?

I primi test dell’anno svolti in Malesia non hanno sorriso a Smith, unico pilota ufficiale KTM in azione nei tre giorni di prove dopo l’incidente di Espargaro.

KTM ha avuto un inizio difficile da Sepang, una pista che ha ospitato tre giorni di test, un plateau della MotoGP che esce dalla sua pausa invernale. La casa austriaca ha notato con soddisfazione ulteriori progressi, ma c’è stata anche paura per il loro primo pilota Pol Espargaró, che sofferto una caduta impressionante a 250 km/h il secondo giorno. Un incidente che ha lasciato l’incarico di sviluppare la nuova moto ad un Bradley Smith di nuovo discreto per quanto riguarda il cronometro…

L’anno scorso, l’inglese aveva appena salvato il suo posto sulla RC16 rispetto al collaudatore Mika Kallio, ‘svegliandosi’ nel corso degli ultimi Gran Premi previsti dal calendario. Un risveglio che però non è stato rilevato in Malesia, dove l’inglese ha dato l’impressione di essere letargico. Alla fine dei tre giorni ha ottenuto il 19° tempo combinato, staccato di 1.6 secondi da Jorge Lorenzo che ha stabilito un nuovo record del circuito malese sulla sua Ducati. Bisogna preoccuparsi?

Assolutamente no. Bradley Smith spiega i suoi test: “Pol si è fatto male nel corso della seconda giornata, quindi ho dovuto gestire da solo una giornata impegnativa. Non ho potuto ottenere un buon tempo perché ero più concentrato sullo sviluppo della moto. Inoltre, le condizioni della pista non erano delle migliori, ma sono contento di questi tre giorni, abbiamo imparato molto e il ritmo è tornato velocemente.”

Per quanto riguarda il lavoro svolto, queste le parole di Smith: “Nel complesso, penso che abbiamo svolto tutto il nostro programma e abbiamo fatto un buon lavoro. Abbiamo avuto molte nuove cose da testare, tra le quali la nuova carenatura, della quale abbiamo cercato di raccogliere quante più informazioni possibili. Questo è solo il primo prototipo, ora dobbiamo analizzare i dati più da vicino e decidere se lo terremo.”

I prossimi test avranno luogo in Thailandia sul circuito del Buriram, grande novità per tutti i piloti MotoGP.

L’articolo originale su paddock-gp.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy