MotoGP Test Phillip Island Aprilia “Stiamo crescendo e non ci fermiamo qui”

MotoGP Test Phillip Island Aprilia “Stiamo crescendo e non ci fermiamo qui”

Aprilia sta crescendo: Aleix Espargaro a soli quattro decimi dal podio virtuale

di Redazione Corsedimoto

I tre giorni di test MotoGP a Phillip Island hanno visto Aprilia costantemente tra i protagonisti, con Aleix Espargarò nella top-10 della classifica combinata finale e capace di mostrare un promettente potenziale in termini di passo gara. Il suo miglior giro, fatto segnare oggi in 1’29.361, lo pone a poco più di 8 decimi dalla vetta e addirittura a meno di 4 decimi dal podio virtuale. Segnali positivi, a di un trend di crescita che ha visto protagonista la RS-GP in versione 2017, apprezzata da Aleix già a Sepang e ulteriormente progredita in questi test australiani.

Lasciamo questi test con un buon livello generale, abbiamo lavorato davvero tanto” ha commentato Aleix Espargaro. “Nella giornata finale ci siamo concentrati sulla costanza di rendimento, la RS-GP si è comportata bene nelle simulazioni di gara ma sappiamo di avere ancora del margine da quel punto di vista. Anche qui a Phillip Island ho trovato una moto che asseconda il mio stile di guida in frenata, mentre siamo riusciti a migliorare in termini di grip rispetto ai test di Sepang. Confrontandomi con gli altri credo che divremo guadagnare qualcosa in percorrenza, specialmente nelle curve veloci, a questo proposito abbiamo sperimentato qualche modifica alla ciclistica per cercare di trovare più velocità a centro curva. In Qatar continueremo su questa strada, riprovando sia la nuova carena che il motore evoluto per stabilire la base del primo weekend di gara”.

Soddisfatto anche il direttore tecnico Romano Albesiano. “Abbiamo individuato piuttosto precisamente le aree nelle quali migliorare e, alla luce delle nostre prestazioni, questo ci permette di guardare con ottimismo all’inizio di stagione. Aleix anche qui a Phillip Island ha confermato il suo feeling con la RS-GP, come avevamo già visto a Valencia e Sepang, ora si tratta di combinare le informazioni raccolte per ottimizzare il nostro pacchetto. Sappiamo che non sarà facile, il livello quest’anno è incredibilmente alto e pochi decimi possono fare una grande differenza. Per quanto riguarda Sam, dopo qualche incertezza iniziale le cose hanno preso la giusta direzione e ha chiuso in crescendo, lavorando come un pilota da MotoGP. Conosciamo il suo talento, se riuscirà ad incanalare la sua energia potrà raggiungere qualsiasi risultato”.

Il commento: Vinales il top gun che bombarda la MotoGP

Test Phillip Island, 3° giorno cronaca e tempi

Parla Valentino Rossi “Non abbiamo risolto niente”

Parla Jorge Lorenzo “Se Ducati avesse le ali potrei vincere”

Parlano Maverick Vinales “Posso ancora migliorare”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy