MotoGP, SIC Petronas: delusione Pedrosa, pilastri Yamaha e moto A-B

MotoGP, SIC Petronas: delusione Pedrosa, pilastri Yamaha e moto A-B

Il team Yamaha Sic Petronas è stato presentato a Silverstone in pompa magna. Lin Jarvis ha annunciato due specifiche di moto. Razlan Razali: “Deluso per il no di Pedrosa”.

di Luigi Ciamburro

Il week-end di Silverstone non sarà ricordato solo per la cancellazione della gara, ma anche per la presentazione ufficiale del nuovo team satellite Yamaha SIC Petronas. Avvenuta in pompa magna, erano presenti il presidente della compagnia petrolifera malese e alcuni rappresentanti del governo asiatico, a dimostrazione di quanto sia considerato importante questo progetto in MotoGP per i vertici asiatici, che completano la loro presenza nelle tre classi del Motomondiale.

LA DELUSIONE DI PEDROSA – In fase di avvio la squadra satellite ha dovuto rivedere i progetti iniziali, dal momento che due ambiziosi tentativi sono andati a vuoto. Il primo con Jorge Lorenzo che ha declinato l’offerta di un ritorno in Yamaha preferendo la RC213V del team Repsol Honda. Il secondo con Dani Pedrosa che, nonostante la disponibilità di una M1 ufficiale alla pari di Rossi e Vinales, ha scelto di appendere il casco al chiodo dopo essersi preso una breve pausa di riflessione per la decisione finale. Razlan Razali, mente organizzativa del SIC Petronas team, in un’intervista allo spagnolo ‘Marca’, ha confessato la sua delusione per il no ricevuto dal veterano di Sabadell: “Dani è un grande pilota, è uno dei top rider nel paddock. Vogliamo piloti top. Purtroppo, se non può, perché fisicamente e mentalmente non è pronto per questo, non possiamo fare nulla. Non lo possiamo costringere, ma siamo delusi, così abbiamo cambiato e deciso di sostenere piloti giovani e di talento“.

LA ‘FUGA DI CERVELLI’ YAMAHA – A disposizione del nuovo team satellite di Iwata ci saranno alcune delle menti provenienti dalla squadra factory oltre a figure professionali già rodate in MotoGP. Wilco Zeelenberg passerà da “Rider Performance Analyst” di Maverick Vinales a Team Manager della Yamaha Sic Petronas. L’ingegnere olandese sarà affiancato da Ramon Forcada, che lavorerà con Franco Morbidelli dopo aver completato questa stagione con Vinales (al suo posto Esteban Garcia). “Wilco non solo conosce l’ambiente e quello che serve per essere una squadra vincente, ma conosce la Yamaha e penso che per una squadra nuova di zecca, che sta ricostruendo da zero, è davvero molto importante avere questi due pilastri su cui poter contare“, ha spiegato Lin Jarvis. Altre persone qualificate saranno importate dal team Marc VDS ormai sciolto e da Aspar. Diego Gubellini, attuale capo squadra di Morbidelli, ricoprirà lo stesso ruolo al fianco del rookie Fabio Quartararo.

LE MOTO DEL TEAM SATELLITE – Yamaha non ha mai schierato tre moto ufficiali sull’esempio di Honda e Ducati, ma farà un piccolo passo avanti in tal senso. Le specifiche finali delle M1 del team satellite saranno rivelate a gennaio, dopo che nei primi test invernali i due piloti proveranno le moto 2018. La fabbricata di Iwata ha offerto due differenti specifiche, una più aggiornata per Morbidelli e una specifica ‘B’ per il Quartararo. “In primavera, la moto con specifica-A sarà più vicina che mai allo stato delle moto ufficiali“, ha assicurato Jarvis. “Quindi la sua moto si evolverà costantemente durante la stagione 2019. Ma sarà sempre un passo indietro rispetto alle moto factory. Non avrà sempre lo stesso materiale dei due piloti ufficiali, ma lo stesso concetto adattato alle sue esigenze personali“.

Scommetti con Johnnybet

Biglietti e offerte per il GP di Misano

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Katana05 - 4 settimane fa

    Solo una domanda: come è possibile che oggi Morbidelli e Quartararò si presentino alla conferenza stampa di Sic con tanto di abbigliamento e sponsor del team malese quando sono tuttora sotto contratto con altre squadre e costruttori?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy