MotoGP: Redding-Aprilia è addio. Espargarò ‘boccia’ Petrucci

MotoGP: Redding-Aprilia è addio. Espargarò ‘boccia’ Petrucci

Scott Redding lascerà l’Aprilia a fine Mondiale. Iannone probabile sostituto, ma non è da escludere l’arrivo di Petrucci che in passato ha avuto problemi con Esprgarò.

di Luigi Ciamburro
Aleix Espargarò

Il mercato piloti MotoGP si muove anche intorno ad una possibile sella libera in Aprilia. Alla vigilia del GP di Le Mans la casa di Noale ha prolungato il contratto di Aleix Espargarò fino al 2020, ma ha lasciato in sospeso il futuro di Scott Redding che, alla sua prima stagione con la RS-GP, stenta a trovare un buon feeling.

DIVORZIO REDDING-APRILIA – Nelle prime cinque gare l’ex pilota Pramac ha ottenuto come miglior risultato un 12° posto a Rio Hondo, senza mai riuscire ad insidiare la top-10. A Le Mans è scivolato al decimo giro, forse il colpo di grazie per il suo futuro in Aprilia, ormai stabilmente insidiato da due piloti italiani, Andrea Iannone e Danilo Petrucci. Scott Redding è ancora alle prese con il settaggio giusto che gli permetta di domare la moto italiana e trovare un buon grip al posteriore: “Purtroppo non siamo riusciti a risolvere i problemi – ha detto dopo il GP di Francia -. Continuo a non avere feeling e non riesco a guidare come vorrei. La situazione non è delle migliori ma continueremo a lavorare. Non mi aspetto rivoluzioni da qui alla prossima gara, ma dobbiamo capire la fonte delle nostre difficoltà“. Le dichiarazioni dei week-end di gara non lasciano presagire nulla di buono, la collaborazione tra team e pilota sembra destinato a concludersi, difficile trovare una soluzione ai problemi: “Non ho grip al posteriore, in nessuna condizione, e non posso spingere perchè le cose peggiorano. Non so se si tratti di lavorare sul setup o sulla scelta delle gomme, al momento il limite è insormontabile”, ha ammesso dopo Jerez. Il divorzio da Aprilia sembra solo questione di settimane, forse giorni.

PETRUCCI O IANNONE IN APRILIA – Aleix Espargarò è considerato un perno chiave per lo sviluppo della RS-GP, il punto cardine per costruire il futuro prossimo, conoscitore di pregi e difetti di una moto ancora “giovane” per la classe regina, ma con progetti ambiziosi. Con l’approdo di Joan Mir in Suzuki ormai da ufficializzare e con il futuro di Jorge Lorenzo ancora in bilico (ma che potrebbe restare in Ducati) ci sono due Iannone e Petrucci pronti a contendersi la sella di Redding. “Spero che Scott possa trovare la strada“, ha affermato Espargarò ad ‘Autosport’. “Mi piacerebbe davvero averlo come compagno di squadra la prossima stagione. Non mi piacciono i cambiamenti, la stabilità in ogni area è buona per la squadra, ma ha bisogno di trovare il ritmo. Mi dispiace tanto. Non ho parlato molto con Scott prima che arrivasse in Aprilia… Nelle ultime gare abbiamo parlato un po’, [a Le Mans] mi sono seduto con lui quando era nel suo debriefing. È impossibile che io possa aiutarlo, ma almeno parlare con lui, cercando di spiegare i miei pensieri, cercando di dare qualche informazione. Ha tutte le mie informazioni, ma l’Aprilia non è una moto facile, tutto deve essere perfetto perché abbiamo un po’ meno potenza dei rivali, la moto è un po’ più pesante“.

Andrea Iannone è il candidato numero 1 per sostituire Redding, ma non è da escludere l’arrivo di Danilo Petrucci, che ha ammesso di avere ricevuto un’offerta per entrare a far parte di Aprilia dalla prossima stagione. Tra Espargarò e Petrucci ultimamente non è corso buon sangue per vita di alcuni incontri troppo ravvicinati in pista, ultimo in ordine cronologico in Argentina, con tanto di accuse via social. “Ho avuto qualche problema con lui in passato, in realtà mi ha fatto cadere  due o tre volte negli ultimi quattro anni, quindi non è davvero un bene. La cosa buona di averlo come compagno di squadra è che penso mi risparmierà un po’ di più – ha scherzato Aleix Espargarò -. Mi piacerebbe davvero che il mio compagno di squadra fosse davvero forte e Danilo [a Le Mans] ha fatto un podio con la Ducati, quindi è il benvenuto e proverò a batterlo“.

MotoGP Mugello: i biglietti e le offerte ancora disponibili

Motomondiale 2018: le quote scommesse di JohnnyBet

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy