MotoGP Qatar Conferenza Stampa, le parole dei protagonisti

MotoGP Qatar Conferenza Stampa, le parole dei protagonisti

La trascrizione di cosa hanno detto Marquez, Rossi, Lorenzo, Vinales, Crutchlow e Iannone nella Conferenza Stampa MotoGP pre-evento a Losail.

L’attesa è ormai finita: entriamo ufficialmente nel primo weekend della stagione 2017 con la conferenza stampa inaugurale. Hanno preso parte all’evento il campione del mondo Marc Marquez, Valentino Rossi, Cal Crutchlow, e tre piloti sotto i riflettori per il loro cambio di sella: parliamo di Jorge Lorenzo, al suo primo GP con Ducati, di Maverick Vinales, neo acquisto Movistar Yamaha, e di Andrea Iannone, da quest’anno con Suzuki.

Si comincia con Marc Marquez, contento di iniziare finalmente a fare sul serio: “L’inverno come sempre è stato davvero lungo! Il precampionato è andato decisamente meglio dell’anno scorso, mi sento meglio in sella e sono convinto che abbiamo lavorato bene. Non vedo l’ora di iniziare! Ci sono stati grandi cambiamenti nella moto, soprattutto per quanto riguarda il motore, ci siamo poi concentrati molto sul set up ed abbiamo una buona base. Quello di Losail è un tracciato che non mi piace molto e sul quale non mi sono mai trovato così bene, ma come sempre daremo il massimo“.

La parola poi a Valentino Rossi: “Il livello quest’anno è alto e sono convinto che ci saranno sette/otto piloti in grado di lottare sempre per le prime posizioni. Il precampionato è stato più difficile per me perché ho avuto qualche problema a trovare un buon feeling in sella, ma sarà una lunga stagione e spero di essere competitivo, mantenendomi tra i primi cinque“. Per quanto riguarda il nuovo compagno di squadra, “Maverick rispetto a me si è mostrato subito molto veloce, sarà un rivale importante“. Per quanto riguarda il meteo, si fa portavoce dicendo che “speriamo che non piova, non sarebbe una situazione normale qui in Qatar e le condizioni della pista diventerebbero pericolose“.

Si passa ora a Jorge Lorenzo, alla prima con Ducati : “Comincia una nuova era per me, non vedo l’ora di iniziare! Siamo sempre riusciti a realizzare piccoli progressi durante i test ed il nostro obiettivo in questi giorni sarà migliorare ancora il nostro pacchetto. Sepang è stato il momento più difficile per me: ero abituato a partire forte fin da subito mentre stavolta ero molto lontano, ma abbiamo compiuto passi avanti e sono migliorato soprattutto nell’ultima. Anche se non ho ancora capito qual è il mio limite, sono ottimista per il futuro“.

Tocca a Maverick Vinales, neo pilota Yamaha: “Il precampionato è stato positivo, ma si tratta solo di test. Abbiamo lavorato bene e crediamo di avere un buon set up, però ora dovremo vedere se tutto funziona come da programma. Siamo contenti, la moto è migliorata molto nel corso dei test e dobbiamo cercare di essere così competitivi anche in gara. Per me è un cambiamento importante: mi trovo in un nuovo team con un diverso modo di lavorare, ma siamo sicuri di poter fare bene“.

Come detto, cambio di sella anche per Andrea Iannone, quest’anno pilota Suzuki: “Il precampionato è stato piuttosto difficile. Abbiamo cominciato bene a Sepang, mentre a Phillip Island abbiamo cominciato a riscontrare qualche problema in più. Il nostro obiettivo era ridurre gap dai primi, oltre a completare l’adattamento alla nuova moto, ma tutto questo al momento si sta rivelando difficile, non sono riuscito ad avere un buon feeling in sella. Il pacchetto è buono, ma per ora siamo ancora lontani dai primi“.

Chiude il giro di domande Cal Crutchlow: “Ci sono grandi cambiamenti quest’anno in Honda, soprattutto per quanto riguarda il motore. Nel corso dei primi test abbiamo fatto un confronto su due diverse evoluzioni, mentre in Qatar abbiamo girato solo con la soluzione definitiva, ma al momento abbiamo avuto qualche problema a trovare il giusto bilanciamento. In ogni caso lavoreremo per ottenere un buon risultato questo weekend“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy