MotoGP, Paolo Ciabatti: “Ducati è molto grata a Casey Stoner”

MotoGP, Paolo Ciabatti: “Ducati è molto grata a Casey Stoner”

Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati Corse, fa un bilancio di fine stagione e ringrazia Casey Stoner per il contributo nello sviluppo della Desmosedici

di Luigi Ciamburro
Casey Stoner e Paolo Cabatti

Tempo di bilanci di fine anno e di prospettive per il prossimo anno anche in casa Ducati, che ancora una volta deve accontentarsi del secondo posto in MotoGP pur avendo a disposizione una moto altamente competitiva e un reparto tecnico fortemente all’avanguardia. Ad inizio stagione sono stati commessi degli errori che hanno compromesso il campionato indelebilmente, contro un avversario come Marc Marquez cui nulla può essere concesso.

BILANCIO 2018 – Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati, è consapevole del potenziale non ancora sfruttato, ma anche di qualche sbavatura commessa dai piani alti del team. “Sappiamo che abbiamo commesso alcuni errori in questa stagione. Ci sono state alcune gare all’inizio della stagione in cui siamo rimasti al di sotto delle nostre aspettative ed è stato seguito da qualche altro crash. Quindi abbiamo perso la possibilità di lottare per il titolo come nell’anno precedente fino alla fine“, ha ammesso a Speedweek.com. Ducati si è riconfermata seconda forza della MotoGP, ma per soddisfare le ambizioni adesso serve il titolo, senza troppi raggiri di parole e di fatti, consapevoli di dover ancora migliorare su alcuni aspetti tecnici.

PETRUCCI, BAGNAIA E IL FUTURO – Senza Jorge Lorenzo, andato via soprattutto a causa dei tempi frenetici del mercato piloti, la Rossa si affida ad un Andrea Dovizioso sempre più calato nei panni di bandiera del marchio, mentre  Danilo Petrucci e il promettente Francesco Bagnaia, hanno già fatto vedere di che stoffa sono fatti nei quattro giorni di test post-campionato. “Sarà un anno interessante, con Danilo che entra nel team ufficiale e Jack che ottiene una GP19 in Pramac. Inoltre, c’è Pecco Bagnaia, che è autorizzato a gareggiare nella sua stagione da debuttante in MotoGP su una GP18… Siamo molto contenti della nostra scelta di piloti e speriamo di ottenere buoni risultati con questi ragazzi l’anno prossimo“.

L’ADDIO DI STONER – Ducati dovrà fare anche a meno del collaudatore Casey Stoner che nel 2018 si è visto in pista solo nel primo test invernale, ma potranno contare sul miglior test rider della classe regina, Michele Pirro, recentemente operatosi alla spalla dopo l’infortunio del Mugello e pronto a ritornare più in forma che mai: “Fondamentalmente, nel 2016, abbiamo firmato un contratto che includeva due anni più l’opzione per un altro anno, terminando il normale termine nel 2018 – ha spiegato Paolo Ciabatti -. Per vari motivi, durante il nostro incontro di luglio, abbiamo pensato che le condizioni per un impegno continuo non ci fossero più, non posso entrare nei dettagli. Ma siamo molto grati a Casey per il suo lavoro. Grazie al suo aiuto, abbiamo creato una moto molto competitiva“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy