MotoGP: Michelin a Phillip Island con una gomma ‘speciale’

MotoGP: Michelin a Phillip Island con una gomma ‘speciale’

La compagnia francese si prepara per la tappa australiana con uno pneumatico specifico per le caratteristiche del tracciato. Ecco tutte le scelte.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Secondo appuntamento della tripletta asiatica, nuova sfida per Michelin: il Gran Premio d’Australia avrà anche un significato particolare, visto che è lo sponsor principale di questa terzultima tappa iridata del 2018. Si corre un anno di più a Phillip Island, uno dei tracciati più difficili e spettacolari presenti nel calendario del Motomondiale. Lungo 4448 metri, da percorrere in senso antiorario, con sette curve a sinistra e cinque a destra più un rettilineo di 900 metri, il circuito australiano è una delle piste più veloci, posta su un terreno ondulato sul ciglio di una scogliera ed è caratterizzato quindi dai suggestivi tratti vicino al mare.

Le curve veloci però possono raggiungere temperature molto alte, stressando mentre in questo periodo dell’anno l’aria non è così calda, quindi serve una gomma che nonostante le temperature riesca a scaldarsi velocemente. Questi alcuni degli aspetti che Michelin ha dovuto considerare, optando quindi per uno pneumatico speciale realizzato apposta per questo Gran Premio, la “gomma Phillip Island”, in modo da fornire ai piloti il miglior rendimento in ogni occasione e permettere così ai protagonisti della categoria regina del Motomondiale di esprimere tutto il loro potenziale.

Tre mescole slick portate per questa occasione, vale a dire morbida, media e dura: la caratteristica principale è che sia l’anteriore che il posteriore presenteranno una struttura asimmetrica (così come successo solo al Sachsenring ed a Valencia), con una spalla sinistra più dura per il maggior numero di curve in questa direzione, mentre la parte destra è più soffice in modo da scaldarsi velocemente. Anche Phillip Island non è immune da improvvisi acquazzoni o momenti di pioggia intensa: servono quindi gomme rain adeguate, dalle mescole morbida e media simmetriche all’anteriore, mentre al posteriore avranno ancora una struttura asimmetrica.

“Phillip Island ha un significato speciale per noi” ha dichiarato Piero Taramasso, Michelin Motorsport Two-Wheel Manager, “visto che si tratta del GP in cui Michelin è sponsor principale. Il tracciato è uno dei più difficili della stagione e le nostre gomme devono affrontare soprattutto tempi rapidi, un layout asimmetrico e curve molto veloci. Non prendiamo questa tappa alla leggera ed abbiamo realizzato uno pneumatico apposito, in grado di adattarsi al meglio alle caratteristiche di Phillip Island e di regalarci così un altro fine settimana emozionante.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy