MotoGP: Bradley Smith tester Aprilia nel 2019?

MotoGP: Bradley Smith tester Aprilia nel 2019?

A Silverstone Aprilia ha mostrato grande interesse per Bradley Smith, che potrebbe diventare collaudatore della casa di Noale nel corso della prossima stagione.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Bradley Smith potrebbe aver trovato la possibilità di rimanere nel Motomondiale nel 2019, anche se con mansioni diverse rispetto a quanto fatto finora: sembra infatti che Aprilia Racing abbia avviato qualche contatto con il pilota britannico per fargli ricoprire il ruolo di collaudatore, oltre a permettergli di disputare qualche wild card nel corso del campionato.

Attualmente senza contratto come pilota ufficiale per la prossima stagione, rimane l’eventualità di cercare un posto come tester. KTM non sembra averlo preso in considerazione per questo ruolo, così come Yamaha, mentre c’è maggiore interesse da parte della casa di Noale. Lo stesso Smith ha confermato la possibilità nel corso del suo Gran Premio di casa.

“Fino all’appuntamento austriaco si pensava solo a KTM e Yamaha” ha dichiarato il pilota Red Bull KTM Factory a motorcyclenews.com, “ma Aprilia è venuta a parlare sabato a Silverstone. Abbiamo poi avuto un meeting anche domenica e hanno dimostrando grande interesse. Sempre sabato Lin Jarvis ha detto che non ci sarà un pilota britannico come tester Yamaha, quindi ho avuto una risposta.”

“In poco tempo KTM ha escluso possibili wild card per un collaudatore e Jarvis ha parlato in questo modo, quindi non mi restano molte opzioni. Ora dobbiamo sistemare alcuni aspetti, ma abbiamo in programma di sederci ad un tavolo nelle prossime 48 ore e trovare un accordo.” Una possibilità concreta quindi, che darebbe a Smith l’occasione di rimanere nel paddock del Motomondiale anche nel 2019, anche se come detto con un ruolo differente.

Sempre in Gran Bretagna Aleix Espargaró aveva espresso parere favorevole a questo proposito: “Si tratta di un pilota di grande esperienza, ha portato la Yamaha ad un alto livello ed ora con KTM sta migliorando molto nelle ultime gare. Smith è un pilota giovane, potrebbe ancora correre con un team ufficiale, ma visto come sono andate le cose non ne ha la possibilità. Sarebbe comunque ottimo come tester.”

Non è una buona notizia per Scott Redding, anche lui attualmente senza contratto per la prossima stagione e che, oltre ad avere qualche contatto in Moto2 e BSB, veniva inizialmente considerato come possibile collaudatore Aprilia. Le dichiarazioni non proprio diplomatiche sulla RS-GP rilasciate dal britannico dopo un deludente GP austriaco però sembra non siano proprio andate giù ai vertici della casa di Noale, che quindi avrebbero cambiato obiettivo puntando su Smith.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy