MotoGP Argentina Prove 2: Marquez il più veloce

MotoGP Argentina Prove 2: Marquez il più veloce

Marquez comanda la FP2 MotoGP in Argentina davanti a Vinales e la sorpresa Miller, 7° Rossi, 10° Dovizioso, Lorenzo addirittura 14°.

Sole e condizioni in pista in progressivo miglioramento accolgono i piloti della MotoGP, in pista per il secondo turno di prove libere in questa prima giornata a Termas de Río Hondo. Questi quaranta minuti ci mostrano una situazione ben diversa rispetto alle FP1: Marc Marquez e Dani Pedrosa sono nettamente i più rapidi seguiti da Maverick Viñales e Jack Miller. Più staccate le Yamaha, con Valentino Rossi settimo a quasi un secondo di ritardo e Jorge Lorenzo che non va oltre la quattordicesima piazza.

Fin dai primi minuti i tempi sono nettamente migliori rispetto alla prima sessione di libere, con Marquez che conquista subito la testa della classifica davanti a Viñales, Dovizioso e Pedrosa, mentre le Yamaha sembrano da subito in difficoltà. Non così Miller, che a metà turno, dopo un quasi contatto con Rossi, realizza un gran giro e installa nelle prime posizioni, nelle quali troviamo anche Pedrosa, Redding e Dovizioso. È un turno caratterizzato da continui cambi in classifica dovuti alle migliori condizioni della pista che quindi permettono ai piloti di abbassare costantemente i propri tempi.

Il risultato finale ci parla di un dominio Honda: Marc Marquez, veloce dall’inizio alla fine, ottiene il miglior tempo, con Dani Pedrosa a completare la doppietta quasi alla bandiera a scacchi. I due catalani, distanti tra loro appena 25 millesimi, sono gli unici in questo turno ad aver infranto il muro dell’1:42. Terzo è Maverick Viñales, protagonista di una caduta alla curva 3, davanti ad un sorprendente Jack Miller ed a Cal Crutchlow, risalito in top ten negli ultimi minuti. Troviamo poi la prima Ducati, quella di Scott Redding, davanti a Valentino Rossi, mentre chiudono la top ten Aleix Espargaro (protagonista di ben due cadute in questa sessione), Bradley Smith e Andrea Dovizioso. Il campione in carica Jorge Lorenzo, per nulla a suo agio finora, chiude quattordicesimo davanti ad Andrea Iannone.

Da registrare anche una caduta per Yonny Hernandez alla curva 13 in seguito ad un tentativo di sorpasso su Pol Espargaro, che a sua volta finisce in anticipo il turno per una scivolata alla curva 1 a cinque minuti dalla fine.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy