Moto2 Test post GP a Le Mans con diverse novità

Moto2 Test post GP a Le Mans con diverse novità

Lunedì di Test a Le Mans per diverse squadre Moto2: con sviluppi Dunlop, sospensioni e telai non sono mancate le novità…

All’indomani di una gara con il tricolore grande protagonista grazie a Franco Morbidelli e Francesco Bagnaia, diverse squadre e piloti della classe Moto2 si sono ritrovate sempre al Circuit Bugatti di Le Mans per una giornata di Test “Post GP” all’insegna di diverse novità. Tra inedite specifiche di sviluppo Dunlop, aggiornamenti di ciclistica per alcuni dei telaisti impegnati, lunedì sul tracciato della Sarthe non sono mancati gli spunti d’interesse con prove finalizzate ai prossimi Gran Premi del calendario. Aspettando la controprova dei Test privati di Misano in programma in questi giorni (presente, tra gli altri, lo Sky Racing Team VR46 con Bagnaia), Dunlop ha messo a disposizione delle squadre presenti a Le Mans uno pneumatico anteriore di differente costruzione, mentre al posteriore un’inedita specifica di mescola morbida finalizzata all’utilizzo in gara.

I tecnici Dunlop hanno seguito soprattutto il duo-Marc VDS con il nostro Franco Morbidelli reduce dalla quarta vittoria in cinque gare, affiancato doverosamente da Alex Marquez nonostante l’infortunio al quinto metatarso del piede sinistro rimediato nelle terze libere del GP di Francia. In qualità di squadra di riferimento Ohlins nella categoria, Marc VDS ha potuto usufruire di sviluppi in termini di sospensioni che saranno disponibile già per le prossime gare. Con WP ha lavorato invece il vice-Campione del Mondo Moto2 Thomas Luthi, affiancato al team Garage Plus/carXpert Interwetten dal solo Jesko Raffin complice l’infortunio di Iker Lecuona: ancora sconosciuto il nome del sostituto per il GP d’Italia.

Nuovo telaio per la Speed Up (nella foto Axel Bassani)
Nuovo telaio per la Speed Up (nella foto Axel Bassani)
Restando in casa KALEX sono scesi in pista i piloti dei team Pons (Fabio Quartararo ed Edgar Pons), Stop And Go (Isaac Vinales e Tetsuta Nagashima con nuovo forcellone 2017), Tasca Racing (Xavier Simeon) e AGR (Yonny Hernandez), mentre la concorrenza ha provato non poche novità. Speed Up, con i nostri Simone Corsi ed Axel Bassani, un nuovo telaio che potrebbe debuttare già al Mugello, mentre Tech 3 una forcella Kayaba a disposizione di Xavi Vierge (sfortunatissimo in questo primo scorcio di stagione) e Remy Gardner.

Tanto lavoro in casa Suter con i team Kiefer (Dominique Aegerter e Tarran Mackenzie) e Intact GP (Sandro Cortese e Marcel Schrotter), facendo tesoro dei riferimenti acquisiti nei precedenti test di Aragon. Le attenzioni sono state incentrate su prove di geometria del telaio, al fine di risolvere un canonico problema emerso nei primi GP: la gestione degli pneumatici sulla distanza di gara.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy