Moto2 Moto3 Test Aragon, in pista tante novità 2018

Moto2 Moto3 Test Aragon, in pista tante novità 2018

Danny Kent debutta sulla Speed Up Moto2, KTM porta in pista un telaio in prefigurazione 2018: tante novità in pista al MotorLand Aragon nei Test Post GP.

L’ultimo giorno di Test Post-GP prevista dal calendario 2017, ma di fatto quella vissuta lunedì al MotorLand Aragón di Alcañiz è stata la prima giornata di Test 2018. Tra le classi Moto2 e Moto3 nuovi abbinamenti e sviluppi tecnici improntati per l’anno venturo hanno caratterizzato i tre turni riservati a ciascuna delle due classi propedeutiche alla MotoGP, offrendo diverse tematiche d’interesse da approfondire nelle prossime settimane.

MOTO3, KTM ANTICIPA I TEMPI – Solo sei squadre presenti, ma con una considerevole mole di novità. La classe Moto3 in occasione dei Test Post-GP in Aragona ha offerto diversi spunti sotto l’aspetto prettamente tecnico a cominciare dalla KTM. Anticipando (di gran lunga) i tempi al fine di correre ai ripari dopo un 2017 ampiamente sotto le aspettative, la casa di Mattighofen ha messo a disposizione dei suoi due top-team (Ajo e Sky-VR46) un primo telaio in prefigurazione 2018. Al box Red Bull KTM Ajo i due titolari Bo Bendsneyder e Niccolò Antonelli si sono alternati con ben due RC 250 GP a disposizione per un confronto immediato tra la versione 2017 e le novità sviluppate per il 2018.

Bo Bendsneyder in sella alla KTM RC 250 GP in prefigurazione 2018
Bo Bendsneyder in sella alla KTM RC 250 GP in prefigurazione 2018
Il nuovo telaio è stato collaudato anche dallo Sky Racing Team VR46 presente con Nicolò Bulega ed Andrea Migno, compagine che l’anno venturo sarà la punta di diamante della casa di Mattighofen complice il ridimensionamento dei piani Ajo nella categoria (ad oggi, senza Red Bull, limitato ad un solo pilota, nello specifico Darryn Binder). In risposta a KTM, Honda ha sperimentato diverse soluzione anche se le squadre presenti (Leopard con il capo-classifica Joan Mir, Gresini con Jorge Martin, Monlau con Enea Bastianini e Aron Canet) si sono concentrate prevalentemente su verifiche di messa a punto e la bontà di un nuovo link al posteriore in vista del ‘trittico’ extra-europeo del calendario. Da segnalare infine la partecipazione al test di Tom Booth Amos, da wild card rivelazione a Silverstone che ha avuto modo di provare la KTM del WorldWideRace/Platinum Bay Real Estate: per lui non si parla di Mondiale (Caponera ha già ingaggiato Jaume Masia e detiene un contratto in essere con Marcos Ramirez), bensì di un potenziale approdo al CEV 2018.

Prima presa di contatto per Danny Kent con la Speed Up
Prima presa di contatto per Danny Kent con la Speed Up
MOTO2, ASSAGGIO DI 2018 – Non sono mancate le novità nemmeno nella classe Moto2 con i vari ‘telaisti‘ (saranno ben 6 al via della stagione 2018) che hanno sperimentato nuove soluzioni per l’anno venturo. KALEX ha portato un nuovo forcellone, Suter un telaio “evo” per i due team di riferimento (Intact e Kiefer) mentre KTM ha proseguito a pieno regime lo sviluppo del proprio telaio a traliccio di tubi: lunedì con i titolari Miguel Oliveira e Brad Binder, martedì insieme alla MotoGP con i collaudatori Julian Simon e Ricky Cardus con un nuovo pacchetto di sospensioni (esclusivo) WP. La più stretta attualità ha poi prodotto prove di messa a punto per i restanti eventi del calendario per il capo-classifica Franco Morbidelli (con aggiornamenti di sospensioni Ohlins ed un nuovo disco dei freni Yutaka), Thomas Luthi (trovando una risoluzione alle problematiche incontrate nel weekend di gara), così come per Mattia Pasini e la coppia Sky-VR46 formata da Francesco Bagnaia e Stefano Manzi. Tra i nuovi abbinamenti, per la prima volta Danny Kent ha provato la Speed Up già con il numero 52 sul cupolino, mentre la NTS ha fatto bella mostra di se con Steven Odendaal e Joe Roberts che saranno titolari nel 2018 con il RW Racing GP. La engineering nipponica, in partnership con la Geo Technology di Osamu Goto (presente ai box), si pone tra le possibili sorprese della prossima stagione: d’altronde realizza telai per una casa ufficiale giapponese impegnata in MotoGP…

Photo Courtesy MotoGP – Dorna Sports

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy