Superstock 1000 Magny Cours Qualifiche Roberto Tamburini in pole

Superstock 1000 Magny Cours Qualifiche Roberto Tamburini in pole

A Magny Cours Roberto Tamburini conquista la pole position battendo Federico Sandi. Indietro il leader del campionato Michael Rinaldi (9°).

Commenta per primo!

La mezz’ora di qualifiche del Campionato Europeo Superstock 1000 a Magny Cours ha visto un avvincente duello per la pole position tra Roberto Tamburini e Federico Sandi e alla fine a spuntarla è stato il pilota del team PATA Yamaha, capace di battere Sandi girando in 1’40.205 a pochi minuti dal termine. Tamburini si è così preso una pole position che gli mancava da Jerez 2016 e nella gara in programma domenica 1 ottobre alle 15:15 partirà al palo davanti a Sandi (1’40.339) e a un positivo Mike Jones, che dopo prove libere problematiche ha fatto segnare un tempo di 1’40.600 che gli ha permesso di ottenere la prima fila.

Se Jones ha fatto un bel passo avanti rispetto al venerdì, non si può dire lo stesso del suo compagno di squadra Michael Rinaldi. Il leader del campionato ha girato in 1’41.455 ottenendo solo il nono tempo a più di un secondo da Tamburini e in gara dovrà compiere un’impresa se vuole conquistare un piazzamento importante in ottica campionato alla luce anche della probabile (visto che si sottoporrà a ulteriori controlli prima del warm-up) assenza del suo rivale Toprak Razgatlioglu, fermato dalla dislocazione della spalla destra rimediata cadendo nelle FP3. Oltre ai primi tre, in griglia di partenza Rinaldi si ritroverà davanti gli idoli di casa Florian Marino e Jérémy Guarnoni e Luca Vitali, che scatteranno dalla seconda fila, e Maximilian Scheib e Ilya Mykhalchyk, che scatteranno dalla terza fila davanti al pilota riminese.

Per quanto concerne gli altri italiani, troviamo racchiusi in quattro posizioni dalla dodicesima alla quindicesima Federico D’Annunzio, Marco Faccani (caduto addirittura due volte, sempre senza conseguenze fisiche), Riccardo Cecchini ed Emanuele Pusceddu. 24° e 27° tempo per Gabriele Ruiu e Alex Bernardi, mentre una leggera scivolata dieci minuti dopo l’inizio (che ha anche portato all’esposizione della bandiera rossa per ripulire la pista) ha tagliato fuori dalle qualifiche Alessio Terziani, sostituto dell’infortunato Andrea Tucci e comunque ammesso alla gara per essere rientrato nel 107% nelle prove libere.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy