Superbike Thai Date un’Aprilia vera a Lorenzo Savadori!

Superbike Thai Date un’Aprilia vera a Lorenzo Savadori!

Il campione Stock, appena 22 anni, miglior italiano in gara 2. E l’analisi dei tempi dice che…

Lorenzo Savadori va, eccome se va. Gli hanno aperto le porte del Mondiale senza avergli  mai fatto provare una Superbike, senza conoscere la squadra, ignorando come andassero le gomme. Per giunta lo hanno fatto debuttare su una pista dove aveva corso solo con la 125 (Phillip Island), cioè 50 cavalli invece di 225, e l’altra sconosciuta, Buriram. Dove, quasi per miracolo, è stato il miglior italiano in pista. Dategli un’Aprilia vera, subito!

L’analisi dei tempi dice tutto. In gara 1, con appena un’ora di prove vere alle spalle (il primo turno non fa testo, la pista era sporchissima), LorySava32 ha fatto il miglior giro in 1’35″250, nella seconda è sceso a 1’34″920 migliorando il tempo sulla distanza di circa 12 secondi. E bisogna sottolineare che la corsa di domenica, per quanto riguarda i top rider, è stata 1 secondo più lenta. Per cui sul progresso non hanno inciso temperature o fatti esterni, è tutta farina del sacco di Savadori.

La RSV4 è ancora la Superbike più veloce sul dritto ma il potenziale a disposizione di Lorenzo è drammaticamente inferiore a quello di cui disponevano Torres e Haslam un anno fa. Allora le operazioni tecniche erano controllare direttamente da Aprilia Racing. Adesso, anche se le moto sono fisicamente le stesse, è tutto in capo a Iodaracing. Un anno fa c’erano tre elettronici di Noale, adesso uno solo che deve dividersi tra Savadori e De Angelis.  Capirete la differenza.

Anche in Iodaracing ci sono diverse facce nuove, la squadra deve amalgamarsi. Cioè compiere l’affiatamento che andrebbe fatto nei test invernali. Savadori però sta correndo un Mondiale.

Da qui ad Aragon ci sono tre settimane utili per riorganizzare tutto. Giampiero Sacchi si sta appassionando all’operazione Superbike e, da manager esperto, ha già capito che il ragazzino vale.

La zona quinto-sesto posto per Savadori è a portata di mano.  La speranza è che anche Noale capiscano che investire qualche risorsa tecnica in più  su questo ragazzo (per altro sotto contratto diretto Aprilia) potrebbe convenire. Per mille motivi…

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy