Superbike Portimao: Crisi Red Bull Honda, basterà Takumi Takahashi?

Superbike Portimao: Crisi Red Bull Honda, basterà Takumi Takahashi?

Dopo le deludenti prestazioni del Lausitzring il team Red Bull Honda punta a fare passi avanti a Portimao anche grazie al collaudatore Takumi Takahashi.

Commenta per primo!

La stagione 2017 non sta certamente andando come si sperava per il Red Bull Honda World Superbike Team. La squadra sta già lavorando per risolvere i propri problemi in ottica 2018 e in questo senso dovrebbe essere di grande aiuto a Portimao la presenza di un ingegnere HRC e soprattutto del collaudatore della casa dell’ala dorata Takumi Takahashi, chiamato a guidare in Portogallo e a Jerez la Fireblade SP2 precedentemente portata in pista dal compianto Nicky Hayden e poi da Jake Gagne (Laguna Seca) e Davide Giugliano (Lausitzring).

Queste le parole di Takahashi, tre volte vincitore della 8 Ore di Suzuka (2010, 2013, 2014): “Per me è un grande onore poter gareggiare nel Mondiale Superbike e userò tutta l’esperienza acquisita in sella alla CBR1000RR Fireblade SP2 nel campionato All Japan per aiutare il team. Darò del mio meglio.

Punta invece al riscatto Stefan Bradl, che al Lausitzring ha ottenuto solo un 13° posto in Gara 2 dopo aver saltato la gara del sabato per infortunio: “Non ho mai corso a Portimao, ma quest’anno ci abbiamo fatto due sessioni di test e quindi conosco abbastanza bene la pista. Spero che miglioreremo i deludenti risultati del Lausitzring e faremo passi avanti con la moto, anche grazie all’importante aiuto di Takumi Takahashi.”

Ricordiamo che le due gare del Mondiale Superbike a Portimao prenderanno il via sabato 16 e domenica 17 settembre alle 16:00 ora italiana anziché alle 13. Diretta sui canali Mediaset Italia 1 e Italia 2.

Superbike Portimao: Gli orari

Superbike Portimao: La preview

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy