Superbike Phillip Island, warm up: Marco Melandri insiste, 1° tempo

Superbike Phillip Island, warm up: Marco Melandri insiste, 1° tempo

Il ducatista continua ad andare fortissimo, Rea-Kawasaki con il dubbio gomma. Gara 2 alle 15 locali, le 5 italiane

di Redazione Corsedimoto

E’ un Marco Melandri in stato di grazia quello che stiamo ammirando sul saliscendi di Phillip Island. Il ducatista ha dominato anche il warm up in vista di gara 2 che scatta alle 15 locali, le 5 del mattino in Italia.

FORES OK – Melandri ha girato in 1’30″935, precedendo il sempre ottimo Xavi Forès, satellite Ducati Barni che nell’anticipo del sabato ha completato il trionfo Ducati: tre Panigale nelle prime quattro posizioni. Le due rosse precedono la Kawasaki di Jonathan Rea, 1’31″153: il triplice campione del Mondo dovrà decidere se confermare la scelta di gomma di sabato, cioè V0965 (tipo A) già utilizzata qui nel 2017 (doppietta), oppure seguire la scelta Ducati che ha optato per la W1049, che ha identica mescola ma sezione maggiorata (200/55) proprio per smaltire meglio l’eccezionale calore che si innesca all’interno della carcassa sui tre velocissimi curvoni sinistrorsi prerogativa di questo tracciato.

FLAG TO FLAG – Le squadre hanno anche provato la procedura di cambio gomme che oggi sarà obbligatoria per motivi di sicurezza, dopo i problemi di tenuta che alcuni piloti hanno incontrato durante gara 1. Non è una novità, i team Superbike sono molto preparati all’eventualità che scatta abitualmente in caso di variazione delle condizioni di aderenza (pioggia). Se invece si dovesse correre sul bagnato, non ci sarà obbligo di pit stop. Ricordiamo che il tempo minimo imposto per la sosta, compresa la percorrenza della pit lane, qui è fissato in 63 secondi. Rientrare in pista in un tempo minore comporta la penalizzazione di ride through.

I TEMPI DEL WARM UP: 1. Melandri (Ita-Ducati) 1’30″935; 2. Forès (Spa-Ducati) 1’31″045; 3. Rea (GB-Kawasaki) 1’31″153; 4. Laverty (Irl-Aprilia) 1’31″226; 5. Camier (GB-Honda) 1’31″234; 6. Razgatliouglu (Tur-Kawasaki) 1’31″341; 7. Sykes (GB-Kawasaki) 1’31″510; 8. Lowes A. (GB-Yamaha) 1’31″575; 9. Gagne (Usa-Honda) 1’31″777; 10. Torres (Spa-MV Agusta) 1’31″956; 11. Baz (Fra-BMW) 1’32″091; 12. Mercado (Arg-Kawasaki) 1’32457; 13. Ramos (Spa-Kawasaki) 1’32″651; 14. Jezek (Cec-Yamaha) 1’33″054; 15. Jacobsen (Usa-Honda) 1’33″655; 16. Falzon (Aus-Yamaha) 1’34″039; 17. Hernandez (Col-Kawasaki) 1’36″984; 18. van der Mark (Ola-Yamaha) senza tempo; 19. Chaz Davies (GB-Ducati) senza tempo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy