Superbike Argentina: Yamaha può diventare la sorpresa?

Superbike Argentina: Yamaha può diventare la sorpresa?

Michael van der Mark conta di fare lo sgambetto a Kawasaki e Ducati. Il secondo posto nel Mondiale è a soli 26 punti

di Redazione Corsedimoto
Michael van der Mark

Il Mondiale Superbike è agli sgoccioli, il titolo è già assegnato e le due gare restanti in Argentina e Qatar sono già test in ottica 2019. Yamaha, la terza forza del campionato, sull’inedito  tracciato di El Villicum inedito per tutti conta di fare lo sgambetto a Kawasaki e Ducati. Michael van der Mark non vince da Donington, maggio scorso, ma è a soli 26 punti dal secondo posto ancora occupato dal ducatista Chaz Davies. Qui gli orari in pista e in TV

Da quello che ho visto il layout sembra abbastanza buono e non vedo l’ora di iniziare, sarà un venerdì interessante perché nessuno ha alcuna esperienza su questo tracciato e nessun dato” spiega Michael van der Mark. “La doppietta di Donington ormai è un ricordo lontano, quindi l’obiettivo in questi ultimi due round deve essere quello di tornare sul gradino più alto del podio almeno una volta.”

Alex Lowes è reduce da due uscite disastrose a Portimao e Magny Cours e dovrà dimostrare di meritare la fiducia che Yamaha gli ha concesso anche in chiave 2019. “Ci sarà un sacco di duro lavoro venerdì mentre cerchiamo di anticipare i tempi e di metterci in una posizione di forza per le gare di sabato e domenica. Sento di aver guidato meglio di quanto non si riflettesse nei miei risultati in Francia e sono fiducioso di poter finire la stagione con buoni risultati”. 

Foto: Diego De Col 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy