Superbike: Toseland e Crutchlow, coppia Yamaha per il 2010

Superbike: Toseland e Crutchlow, coppia Yamaha per il 2010

Due britannici in sella alla YZF R1 per la prossima stagione

Commenta per primo!

Come un fulmine a ciel sereno, si delineano definitivamente i programmi Yamaha per il mondiale delle derivate dalla serie per la prossima stagione, con la definitiva dipartita di Ben Spies dopo solo una stagione, destinazione MotoGP con il team Yamaha Tech 3, e il ritorno in World Superbike dell’iridato 2007 James Toseland, che affiancherà l’attuale pilota Supersport Cal Crutchlow, per formare una coppia britannica di indiscusso valore.

Con un comunicato ufficiale, la casa di Iwata mette a tacere le voci contrastanti riguardanti i piani per la prossima stagione. Se per Crutchlow il passaggio alla YZF-R1 era quasi scontato, visti gli accordi presi a fine 2008 e il fantastico rendimento mostrato in questa stagione da rookie in World Supersport, un pizzico di amarezza rimane per l’ormai ex pilota Monster Tech 3:

“Certamente c’è un po’ di disappunto per aver perso la mia opportunità in MotoGP” afferma James Toseland, “poichè credo che la sfida si potesse ancora affrontare, ma la R1 ha dimostrato di essere una delle moto più forti in Superbike e conosco molti dei ragazzi del team Yamaha World Superbike, quindi riprenderò da dove ho lasciato e darò il 100% per ottenere buoni risultati con la squadra”.

Soddisfatto anche Cal Crutchlow, che era anche indiziato per correre con una Moto2 nel 2010, ma alla fine è rimasto con Yamaha con la quale aveva già un contratto.

“Questo sarà il mio secondo dei due anni di contratto”, dichiara Cal Crutchlow, “come d’accordo quando ho iniziato in Supersport questa stagione. Il passaggio in World Superbike sarà una grande sfida, non vedo l’ora e non ho illusioni a riguardo vista le difficoltà che incontrerò ma ho intenzione di fare un buon lavoro. Mi piace anche l’idea di poter correre con un connazionale. Ben sta facendo davvero bene e gli auguro buona fortuna per gli ultimi due round in Superbike e per il prossimo anno in MotoGP”.

Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy