Superbike Phillip Island Prove 1: Rea su pista bagnata

Superbike Phillip Island Prove 1: Rea su pista bagnata

Pochi piloti in pista nel primo turno di prove del 2014

Commenta per primo!

Con pista bagnata e con (si spera) prospettive di un miglioramento per il pomeriggio, il Mondiale Superbike al Phillip Island Grand Prix Circuit ha affrontato il primo turno di prove libere ad inaugurare la 27esima stagione della propria storia. Con 14 piloti scesi in pista, ma soltanto 9 con almeno 1 giro cronometrato, la graduatoria dei tempi risulta (comprensibilmente) per nulla indicativa sui valori in campo e sui 10 piloti che saranno automaticamente “promossi” alla decisiva “Superpole 2” in base alla graduatoria “combinata” dei primi tre turni di prove libere.

Chi si è già portato avanti col lavoro risponde al nome di Jonathan Rea, in 1’37″033 il più veloce (si fa per dire…) con soli 3 giri compiuti in sella alla nuova Honda CBR 1000RR SP preparata da Ten Kate ed iscritta dal Pata Honda World Superbike Team, stesso numero di tornate completate da Sylvain Guintoli con la Aprilia RSV4 Factory da quest’anno “missile d’argento”. Vincitore di Gara 1 lo scorso anno, l’esperto pilota francese sconta 9/10 di gap rispetto a Rea ritrovandosi davanti al bi-Campione Australian Superbike e pilota del BMW Next Gen Motorsports nell’Australasian Superbike Championship Glenn Allerton (convocato da BMW Motorrad Italia in sostituzione dell’infortunato Sylvain Barrier con la S1000RR “EVO”), l’ungherese Imre Toth (BMW dell’omonimo team), Alessandro Andreozzi (con l’unica Kawasaki “EVO” del Team Pedercini complice l’infortunio di Luca Scassa), soltanto due tornate compiute per Eugene Laverty.

Un “assaggio” delle condizioni del tracciato anche per Toni Elias (Aprilia Red Devils Roma), Sheridan Morais (Kawasaki “EVO” Grillini), Peter Sebestyen (BMW Team Toth “EVO”), non figurano in classifica completando soltanto una manciata di chilometri Leon Haslam, David Salom e la coppia del Ducati Superbike Team formata da Chaz Davies e Davide Giugliano. Fermi ai box attesi protagonisti come Marco Melandri, Loris Baz ed il Campione del Mondo in carica Tom Sykes. Nel pomeriggio, a partire dalle 15:30 locali, la seconda sessione di prove libere.

eni FIM Superbike World Championship 2014
Phillip Island Grand Prix Circuit, Classifica Prove Libere 1

01- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – 1’37.033
02- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.972
03- Glenn Allerton – BWM Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 1.891 (EVO)
04- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 3.416
05- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 3.520 (EVO)
06- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 5.085
07- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 10.133
08- Sheridan Morais – IRON BRAIN Kawasaki SBK Team – Kawasaki ZX-10R – + 10.514 (EVO)
09- Peter Sebestyen – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 13.043 (EVO)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy