Superbike: Jonathan Rea “Giornata davvero disastrosa”

Superbike: Jonathan Rea “Giornata davvero disastrosa”

Commenta per primo!

Con soli 4 punti raccolti, per Jonathan Rea la rincorsa al titolo mondiale Superbike 2012 si fa davvero problematica, se non proibitiva. Distante ora 84.5 punti dal leader Max Biaggi, l’alfiere di Honda World Superbike Team ha concluso soltanto in dodicesima posizione in Gara 2 a Brno dopo il rovinoso volo della prima manche dovuta ad un contatto con Tom Sykes a 3 giri dal termine quando si ritrovava in piena corsa per la vittoria. Costretto alla resa, per Rea adesso tutte le speranze sono riposte al prossimo round in programma tra due settimane a Silverstone.

Diciamo che è stato un week-end davvero frustrante“, afferma Jonathan Rea. “Brno è uno dei miei circuiti preferiti, ma non avevo lo stesso feeling degli anni scorsi: le sensazioni erano completamente diverse, non avevo fiducia. Per tutto il fine settimana abbiamo lavorato bene insieme alla squadra, soltanto in Gara 1, forze grazie alle condizioni prevedibili, ho potuto lottare per il podio. Ho trovato un buon passo e negli ultimi giri mi sono ritrovato persino in corsa per la vittoria. Purtroppo nel finale Tom Sykes è entrato largo in una curva, io mi sono portato all’interno, lui mi ha chiuso e niente, sono caduto, per fortuna non mi sono fatto niente.

In Gara 2 ero deciso a recuperare i punti persi, ma sin dai primi giri ho capito che qualcosa non andava. Non c’era grip dietro, ogni volta che aprivo il gas la moto scivolava a più non posso. Ho persino cercato di cambiare in corsa il mio stile di guida, ma nulla ha funzionato, così ho concluso soltanto in dodicesima posizione.

E’ stato un week-end da dimenticare, sono deluso perchè mi ero presentato qui a Brno con grandi aspettative. Con la squadra adesso cercheremo di capire cos’è successo perchè abbiamo persi troppi punti per il campionato questo week-end.”

Prima di correre in casa a Silverstone, Jonathan Rea settimana prossima sarà impegnato alla 8 ore di Suzuka, schierato con legittime ambizioni di vittoria finale dal team detentore del trofeo F.C.C. TSR Honda insieme al bi-campione All Japan Superbike e tester Honda MotoGP, Kousuke Akiyoshi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy