Superbike: Jonathan Rea cade a Phillip Island, tutto OK

Superbike: Jonathan Rea cade a Phillip Island, tutto OK

Trasportato in Ospedale, nessuna conseguenza per Johnny

Commenta per primo!

Una brutta giornata. Jonathan Rea oggi a Phillip Island nella conclusiva giornata di test privati dei team Castrol Honda e Suzuki Alstare del Mondiale Superbike è incappato in una caduta all’altezza della velocissima prima curva, la “Doohan”.

Johnny, che ha avvertito dolori al collo, è stato trasferito in Ospedale per tutti gli accertamenti del caso, fortunatamente senza aver rimediato alcun infortunio: sarà in piena forma già per i test Infront MotorSports del 21-22 febbraio e per l’esordio stagionale cinque giorni più tardi sempre a Phillip Island.

Ieri mi son trovato molto bene con la moto“, spiega il giovane pilota nord irlandese, “tanto che credo di aver percorso più giri ieri (102, ndr) che in tutti i test fin qui disputati in Europa. Questa mattina la pista era bagnata, quando si stava asciugando sono sceso in pista e son caduto alla curva 1.

Ho sentito un pò di dolore al collo, così i medici hanno insistito per farmi una lastra di controllo in ospedale: ci sono volute 4 ore, così ho perso praticamente tutta la seconda giornata di test. Peccato, anche se ieri abbiamo dimostrato di aver raggiunto un buon livello di competitività, contiamo di confermarci lunedì per la nuova sessione di test“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy