Superbike: conclusi i Test a Jerez, Davide Giugliano da record

Superbike: conclusi i Test a Jerez, Davide Giugliano da record

Con la Panigale precede le due Kawasaki di Sykes e Rea

Commenta per primo!

A meno di un mese dall’esordio stagionale del 22 febbraio prossimo al Phillip Island Grand Prix Circuit, un binomio tutto-italiano comanda la graduatoria dei tempi al culmine della due-giorni di Test del World Superbike a Jerez de la Frontera. Con il crono di 1’39″332 Davide Giugliano in sella alla Panigale R ufficialmente schierata dall’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team non soltanto ha capeggiato il ‘Day 2’ di prove in Andalusia, ma ha infranto il precedente primato della categoria di 1’40″298 siglato nella Superpole 2014 da Tom Sykes. In una giornata inframezzata da qualche inconveniente (ed una scivolata senza conseguenze alla curva ‘Jorge Lorenzo’ ex-Ducados), il pilota capitolino sin dal principio si è attestato in cima al monitor dei tempi: 1’40″778 in configurazione-gara, 1’39″332 nel finale con l’assalto del ‘time attack’ con specificha ‘morbida’ Pirelli da parte di tutti i big del World Superbike. Giugliano e la Ducati, con la Panigale R opportunamente preparata secondo le nuove specifiche regolamentari (che non sembrano ostacolare il progresso tecnologico delle derivate di serie), lascia così l’Europa verso l’Australia (il 16-17 febbraio in agenda due giorni di Test ufficiali Dorna sempre a Phillip Island) al top a precedere l’agguerrita coppia Kawasaki KRT formata dal Campione del Mondo Tom Sykes (75 giri all’attivo, best lap in 1’39″694 a 0″362) e Jonathan Rea (76 tornate, 1’39″745 a 0″413), rispettivamente secondo a terzo a ribadire un dualismo emerso sin dai primi test pre-campionato. Sempre con la SC0 in quarta piazza si attesta la seconda Panigale R condotta da Chaz Davies (a sua volta scivolato senza conseguenze), per soli 7/1000 a precedere Leon Haslam, quinto con la prima Aprilia RSV4 RF del sodalizio Team Aprilia-Red Devils, concentratosi prevalentemente su prove sul passo con gomme usate prima di prodigarsi su ottimi livelli con la Pirelli più “morbida”. In conclusivi 90 minuti ‘da Superpole’ a tratti si era attestato al comando ALex Lowes, con la Suzuki GSX-R 1000 del team Crescent (che affronterà i primi due round con elettronica 2014, deroga consentita dal regolamento FIM) 6° in 1’40″159 e l’ultimo tra i piloti con un distacco inferiore al 1″ dalla vetta. A 1″2 ha concluso invece il Campione del Mondo Supersport in carica Michael van der Mark, unico portacolori Pata Honda in pista oggi con l’iridato Superbike 2014 Sylvain Guintoli rientrato nel Regno Unito per esami medici dopo la rovinosa caduta di ieri. ‘Magic Michael’ si è sobbarcato il lavoro di sviluppo della Fireblade SP preparata da Ten Kate, rivelandosi quale miglior ‘Rookie’ a scapito dell’ex iridato 125cc Nico Terol (significativi progressi con la Panigale dell’Althea Racing), Randy De Puniet (due cadute per l’ex pilota MotoGP oggi in Crescent Suzuki) con Matteo Baiocco a completare la top-10 giusto davanti alla seconda Aprilia RSV4 RF condotta da Jordi Torres. A proposito della casa di Noale, da illustre collaudatore Max Biaggi ha effettuato diverse prove con la RSV4 vantando un best lap in 1’41″9 e con “La soddisfazione di aver svolto tutto il programma di prove, sono qui proprio per questo e mi sono adattato volentieri alle esigenze del Team“. Nella speranza collettiva di rivederlo quanto prima nuovamente in sella, il ‘Corsaro’ ha condiviso la pista con i titolari del WSBK Sylvain Barrier (su BMW Motorrad Italia 12° in 1’42″004), David Salom (Kawasaki Pedercini, 13° in 1’42″184), Leandro Mercado (Ducati Barni, 14° in 1’42″577) e le due EBR 1190RX ufficiali con freni a disco tradizionali ed un Niccolò Canepa in continua ascesa. eni FIM Superbike World Championship 2015 Test Circuito de Jerez, Classifica 2° Giorno 01- Davide Giugliano – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – 1’39.332 02- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.362 03- Jonathan Rea – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.413 04- Chaz Davies – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – + 0.730 05- Leon Haslam – Team Aprilia Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 0.737 06- Alex Lowes – Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.827 07- Michael van der Mark – Pata Honda World Superbike – Honda CBR 1000RR SP – + 1.258 08- Nico Terol – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 1.433 09- Randy De Puniet – Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.645 10- Matteo Baiocco – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 2.080 11- Jordi Torres – Team Aprilia Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 2.651 12- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia SBK Team – BMW S1000RR – + 2.672 13- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.852 14- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati Panigale R – + 3.245 15- Niccolò Canepa – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 3.411 16- Larry Pegram – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 7.664

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy