Superbike: Carlos Checa “Bello tornare in sella”

Superbike: Carlos Checa “Bello tornare in sella”

Tre giorni di Test al Mugello con la Panigale R

Commenta per primo!

Il ritorno in sella di un Campione del Mondo. All’Autodromo Internazionale del Mugello l’iridato Superbike 2011 Carlos Checa ha concluso una tre-giorni di Test privati finalizzati allo sviluppo della Ducati Panigale R. Seguito dal Ducati Test Team, Checa si è subito trovato a suo agio alla guida dell’ultima evoluzione della Panigale Superbike, concentrandosi sulla prova di alcuni aggiornamenti tecnici e, sfruttando le alte temperature di questi giorni, sulla ricerca del miglior setup per mantenere la prestazione della Panigale R costante anche in condizioni limite come quelle offerte da queste tre giornate al Mugello. Le stabili condizioni meteo hanno consentito al team di lavorare senza interruzione, permettendo al pilota spagnolo di completare oltre 150 giri nell’arco delle tre giornate ed ottenendo rilievi cronometrici in linea con i migliori tempi ottenuti con coperture da gara sul circuito toscano. “Sono stato molto contento di guidare di nuovo la Panigale ed essere subito veloce“, ha dichiarato Carlos Checa. “E’ stato davvero emozionante lavorare ancora con le persone che mi hanno aiutato a raggiungere i miei risultati in passato. Spero che il mio lavoro di questi tre giorni abbia aiutato il team a migliorare ancora la moto che in questo periodo è cresciuta veramente tanto. Ringrazio Ducati e tutto il team di sviluppo per avermi concesso il privilegio di godermi nuovamente queste emozioni in pista. Mi sono davvero divertito e chissà che non capiti l’occasione di fare qualche altro test“. E’ stato molto emozionante e costruttivo lavorare di nuovo insieme a Carlos“, ha ammesso Ernesto Marinelli, Project Leader Ducati Superbike. “Da un pilota con la sua esperienza c’è sempre da imparare e come di consueto con lui, i feedback sono stati molto chiari e precisi. Abbiamo svolto un intenso programma di prove e la coincidenza delle alte temperature avute in questi giorni ci ha consentito di lavorare sul grip posteriore e sulla costanza di gara in condizioni così estreme. Un lavoro che ci sarà sicuramente utile nelle prossime gare. Carlos è arrivato davvero in forma, percorrere oltre 150 giri al Mugello con queste temperature non è di certo facile e lui è sempre stato molto costante“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy