Superbike Aragon Qualifiche 1: Eugene Laverty allo scadere

Superbike Aragon Qualifiche 1: Eugene Laverty allo scadere

Beffa in un sol colpo Davies, Sykes e Melandri

Commenta per primo!

Melandri? Sykes? Davies? Eugene Laverty! Questo il verdetto di un’inaugurale sessione di qualifiche ufficiali del World Superbike al MotorLand Aragón di Alcañiz che ha visto un susseguirsi di stravolgimenti in cima al monitor dei tempi fino all’1’58″548 siglato, proprio all’ultimo tentativo, dal capo-classifica di campionato (ad ex-aequo con il proprio compagno di squadra Sylvain Guintoli) e vincitore di Gara 2 a Phillip Island. Rimasto in piena top-5 per tutto l’arco di una sessione interrotta soltanto per pochi minuti a seguito della caduta di Leon Camier, il pilota di nazionalità irlandese allo scadere ha staccato il miglior riferimento cronometrico lasciando a poco più di 1/10 Chaz Davies, balzato al comando a 5 minuti dal termine con la propria BMW S1000RR HP4.

Un primo turno di qualifiche ufficiali che parla britannico anche grazie a Tom Sykes e Jonathan Rea, rispettivamente in 3° e 5° posizione con Kawasaki KRT e Honda Ten Kate, con l’egemonia della Terra d’Albione spezzata da Marco Melandri, quarto lavorando sul passo con la propria BMW dopo il miglior crono conseguito nella mattinata e, soprattutto, a pochi giri dal delicato intervento chirurgico in artroscopia per risolvere definitivamente i persistenti problemi alla spalla destra.

In un plotoncino di 9 piloti racchiusi in meno di 1″ non mancano il leader del mondiale Sylvain Guintoli, sesto con la seconda Aprilia RSV4 del team interno di Noale, seguito dalle Crescent Suzuki (con nuovo motore Yoshimura) del già menzionato Leon Camier e di un sempre più convincente Jules Cluzel, 8° da “rookie” a precedere il connazionale Loris Baz.

In piena top-10 figura anche Davide Giugliano, 10° con la Aprilia Althea, non Michel Fabrizio (13°), nè tantomeno le Ducati 1199 Panigale R che scontano un gap velocistico in rettilineo a tratti di 20 orari rispetto alle migliori 4 cilindri. Carlos Checa, al rientro dopo la battuta d’arresto di Phillip Island, chiude 12° a 1″4 dalla vetta, Ayrton Badovini 14° a rischio “taglio” per la Superpole con l’ultimo dei 15 posti disponibili attualmente detenuto dallo svedese Alexander Lundh, 15° su Kawasaki Pedercini a precedere la Panigale del MR Racing di Max Neukirchner (16°), il proprio compagno di squadra Federico Sandi (17°), Vittorio Iannuzzo (18° su Grillini BMW) e Ivan Clementi (19° su BMW del HTM Racing), chiude il gruppo con la “ripescata” Ducati 1098R del Team Effenbert-Liberty Racing l’aussie Mark Aitchison che sconta un gap velocistico di quasi 40 km/h. Domani alle 9:30 italiane secondo turno di qualifiche ufficiali pre-Superpole.

eni FIM Superbike World Championship 2013
MotorLand Aragón, Classifica Qualifiche 1

01- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’58.548
02- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR HP4 – + 0.104
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.339
04- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR HP4 – + 0.396
05- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.512
06- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.596
07- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.831
08- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.866
09- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.875
10- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.051
11- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 1.051
12- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 1.456
13- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 1.651
14- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 2.140
15- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.493
16- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 3.110
17- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.380
18- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 4.653
19- Ivan Clementi – HTM Racing – BMW S1000RR – + 4.685
20- Mark Aitchison – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1098R – + 5.621

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy