Superstock 600: prosegue il confronto tra VD Mark e Russo

Superstock 600: prosegue il confronto tra VD Mark e Russo

Al Nurburgring l’olandese è tornato in testa

Commenta per primo!

Una stagione combattuta come non mai, caratterizzata dall’infinito duello tra Michael van der Mark e Riccardo Russo, menzionato in rigoroso ordine di classifica a seguito dei responsi dell’ottavo round disputatosi lo scorso fine settimana al Nurburgring. L’ottava edizione dell’Europeo Superstock 600 targato UEM, Infront Motor Sports e Pirelli è relegata esclusivamente ad un duello che ha ancora molto da dire nella “doppia finale” in agenda nelle prossime settimane tra Portimao (22 settembre) e Magny Cours (6 ottobre), con la certezza che soltanto tra questi due giovani talenti del motociclismo sarà eletto il nuovo campione continentale della classe STK600 under-24. Al Nurburgring Michael van der Mark, presentatosi non al meglio della forza fisica a due settimane esatte dalla frattura della clavicola sinistra rimediata a Mosca nel Mondiale Supersport (wild card d’eccezione con Ten Kate Honda), ha dato prova del proprio valore dominando il fine settimana tra pole position e la vittoria in una gara condotta dal primo all’ultimo giro, impreziosita dal giro più veloce e primato assoluto della pista per la Superstock 600. L’alfiere del Ten Kate Junior Team ha raggiunto così la quarta affermazione stagionale, l’ottava in carriera (primatista assoluto dell’EuroStock 600), ma soprattutto ritrovato la vetta della classifica seppur con soli 2 punticini di vantaggio rispetto al nostro Riccardo Russo, secondo sul traguardo rimediando ad una partenza difficile. Vincitore a Silverstone e ancor prima ad Imola, Monza e Aragon, il giovane talento campano del Team Italia FMI non ha commesso errori “accontentandosi” di un secondo posto utile ai fini-campionato. Pur sempre autore di un’eccezionale salto di qualità sul piano velocistico rispetto alla stagione 2011 (la prima nel palcoscenico internazionale), Ricky 84 adesso dovrà dare il massimo nelle ultime due prove di Portimao e Magny Cours, tracciati dove lo scorso anno il rivale van der Mark è salito sul gradino più alto del podio ma, come ha avuto modo di raccontare sin qui la stagione 2012, il pronostico resta oggettivamente impossibile… Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy