Superstock 600: limite d’età 22 anni, spiegate le ragioni

Superstock 600: limite d’età 22 anni, spiegate le ragioni

UEM e Infront MotorSport spiegano questo cambiamento

di Redazione Corsedimoto

Come risaputo da diverse settimane, l’Europeo Superstock 600 dall’anno prossimo consentirà ai piloti di correre fino a 22 anni di età rispetto ai 20 attuali. Una decisione spiegata in un comunicato stampa dall’UEM (Unione Motociclistica Europea) e dal promoter Infront MotorSport in tre punti che qui riportiamo. – Le federazioni nazionali hanno grandi difficoltà nel crescere piloti pronti a competere nei campionati internazionali se il limite mantenuto dall’UEM è di 20 anni – La carriera dei piloti oggi è più longeva rispetto al passato: ci sono molti piloti competitivi anche a 40 anni – In molti paesi l’adozione della licenza di guida europea non consentirà ai giovani piloti di guidare moto di elevata cilindrata Le ragioni espresse sono più che condivisibili, anche se è lecito aspettarsi qualcosa di più per render più interessante e appetibile per i giovani piloti l’Europeo Superstock 600. Quest’anno, nonostante un buon livello di talenti nelle prime posizioni, si sono visti raramente 20 piloti al via, con il minimo di 15 partenti a Silverstone. Servizio Fotografico: Diego De Col

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy