Superstock 600: Assen ospita il secondo round 2013

Superstock 600: Assen ospita il secondo round 2013

Duwelz leader, gli italiani pronti per il riscatto

Commenta per primo!

Siamo soltanto al secondo round, ma la prova al TT Circuit Van Drenthe di Assen rappresenta già una crocevia importante dell’Europeo Superstock 600 2013. A due settimane dall’esordio stagionale disputatosi al MotorLand Aragón di Alcañiz per i giovani talenti under-22 della serie che vanta la titolazione di FIM Europea (nuova denominazione dell’UEM, l’Unione Motociclistica Europea) è caccia aperta al belga Gauthier Duwelz, vincitore e per certi versi “mattatori” in Aragona. Alla quarta stagione completa nella serie il talentuoso portacolori del MTM Racing Team, compagine del Benelux Campione 2011 con l’australiano Jed Metcher, sembra giunto alla sua definitiva maturazione, pronto per puntare al massimo alloro dopo una crescita esponenziale nel corso del 2012 grazie alla disponibilità di una più che competitiva Yamaha YZF R6. Vantando i riferimenti acquisiti nei test invernali, Duwelz ad Alcañiz in un sol colpo ha fatto sua la prima pole e la prima vittoria in carriera nell’Europeo Superstock 600, al culmine di una corsa condotta sin dai primissimi passaggi gestendo al meglio moto, pneumatici ed il vantaggio acquisito nel tentativo di fuga iniziale. Sulla scia di questa vittoria Gauthier Duwelz conta di riconfermarsi al TT Circuit Van Drenthe di Assen, tracciato dove lo scorso anno concluse 3°, perdendo di un soffio la volata per la seconda posizione con Nacho Calero Perez (oggi con PTR Honda nel Mondiale Supersport) seppur staccatissimo dal dominatore, idolo di casa e Campione in carica Michael van der Mark. Nocco e Morbidelli i due piloti del Team Italia Il pronostico gioca dunque a favore del 19enne belga, ma i suoi più diretti avversari non si danno per vinti. Il primo della lista risponde al nome di Tony Covena, di casa ad Assen, secondo assoluto al MotorLand Aragón con la Kawasaki Ninja ZX-6R del Nito Racing vincendo la volata finale con Bastien Chesaux (Honda CBR 600RR del Ten Kate Junior Team, comprensibilmente atteso protagonista sul tracciato olandese) e gli altri due alfieri el MTM Racing Team Robin Mulhauser e Adrian Nestorovic, in evidenza nelle prove e nella seconda fase di gara con un buon passo valso il riaggancio nella lotta per il podio. Chi, Duwelz a parte, si era messo in mostra più di tutti nel primo appuntamento stagionale era stato il nostro Franco Morbidelli, autore di una spaziale rimonta dalla 26esima ed ultima posizione al sesto posto finale in sella alla Kawasaki Ninja ZX-6R preparata da Puccetti ed iscritta sotto le insegne del San Carlo Team Italia, penalizzato da una “falsa partenza” alla quale ha riuscito a rimediare con un ritmo-gara degno di nota (e da podio). Il talentuoso portacolori della Federazione Motociclistica Italia punta comprensibilmente a qualcosa in più per Assen, tracciato che rappresenterà un’occasione importante di “riscatto” per tutti i nostri portabandiera. Nicola Morrentino in azione Oltre a Morbidelli è atteso protagonista Christian Gamarino, buon 7° nel primo round con la Kawasaki GoEleven, seguito da Stefano Casalotti, ottavo sul traguardo con la Yamaha R6 del VFT Racing. Hanno tutto il potenziale per ben figurare nella “Università del Motociclismo” anche Nicolas Stizza, vincitore di Gara 2 nel CIV al Mugello, scivolato ad Aragon quando navigava in piena top-10, un traguardo nel mirino della coppia del Suriano Racing Team su Suzuki GSX-R 600 formata da Luca Vitali e Francesco Cocco, Riccardo Cecchini (Honda Lorini), Nicola Morrentino e Simone Pellegrini (Yamaha Trasimeno), l’altro alfiere del San Carlo Team Italia Alessandro Nocco (all’esordio assoluto ad Assen, ma deciso a rifarsi dopo uno sfortunato weekend in Aragona) e Federico D’Annunzio, al rientro nell’Europeo Superstock 600 e da questo round affiancato da Luca Salvadori, “sceso” dal Mondiale Supersport per puntare in alto tra le Stock 600 sempre con il Team Pata by Martini. Da seguire nell’unica gara in programma sabato a partire dalle 18:00 anche un figlio d’arte come Dakota Mamola, fuori dalla zona punti ad Aragon con la R6 di Yakhnich Motorsport, un pilota di casa come Wayne Tessels (su Suzuki, 8° assoluto lo scorso anno) e tre wild card: gli scandinavi Henning Flathaug (Honda Team Flathaug Racing) ed Eemeli Lahti (Triumph del Motomarket Racing), ma soprattutto un altro “nipote d’arte” come Rob Hartog (suo zio Will militò nel Motomondiale negli anni ’70), al via con una Suzuki GSX-R 600 del NIWA Racing Team sul tracciato dove lo scorso anno conquistò la pole ed il secondo posto in gara nella prova inaugurale della KTM European Junior Cup. FIM Europe Superstock 600 European Championship 2013 La Classifica di Campionato dopo il 1° round 01- Gauthier Duwelz – MTM-MVR Racing – Yamaha YZF R6 – 25 02- Tony Covena – Nito Racing – Kawasaki ZX-6R – 20 03- Bastien Chesaux – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 600RR – 16 04- Robin Mulhauser – MTM-MVR Racing – Yamaha YZF R6 – 13 05- Adrian Nestorovic – MTM Racing Team – Yamaha YZF R6 – 11 06- Franco Morbidelli – San Carlo Team Italia – Kawasaki ZX-6R – 10 07- Christian Gamarino – Team GoEleven – Kawasaki ZX-6R – 9 08- Stefano Casalotti – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – 8 09- Dominic Schmitter – HAGN-SKM by Knobi.at – Yamaha YZF R6 – 7 10- Wayne Tessels – Waynes Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – 6 11- Marco Nekvasil – LEXWARE-SKM by Knobi.at – MV Agusta F3 675 – 5 12- Niki Tuuli – Niki Tuuli Racing – Yamaha YZF R6 – 4 13- Luca Vitali – Suriano Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – 3 14- Federico D’Annunzio – PATA by Martini Team – Yamaha YZF R6 – 2 15- Mike Jones – Agro-On Racedays Honda – Honda CBR 600RR – 1 Nocco e Jones in bagarreL’entry list del 2° round 2013 ad Assen 7- Stefano Casalotti – VFT Racing – Yamaha YZF R6 8- Bastien Chesaux – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 600RR 9- Dominic Schmitter – HAGN-SKM by Knobi.at – Yamaha YZF R6 12- Franco Morbidelli – San Carlo Team Italia – Kawasaki ZX-6R 17- Eemeli Lahti – Motomarket Racing – Triumph Daytona 675R (Wild Card) 18- Christian Gamarino – Team GoEleven – Kawasaki ZX-6R 22- Jean Francois Demoulin – JFA Performances – Honda CBR 600RR 23- Luca Salvadori – Pata by Martini Team – Yamaha YZF R6 24- Simone Pellegrini – Team Trasimeno – Yamaha YZF R6 26- Nicolas Stizza – Team Trasimeno – Yamaha YZF R6 27- Riccardo Cecchini – Team Lorini – Honda CBR 600RR 34- Marco Nekvasil – LEXWARE-SKM by Knobi.at – MV Agusta F3 675 36- Niki Tuuli – Niki Tuuli Racing – Yamaha YZF R6 41- Federico D’Annunzio – Pata by Martini Team – Yamaha YZF R6 45- Tedy Basic – Bike e Motor Racing Team – Yamaha YZF R6 46- Mike Jones – Agro-On Racedays Honda – Honda CBR 600RR 47- Tomas Vavrous – Montaze Broz Racing Team – Kawasaki ZX-6R 52- Gauthier Duwelz – MTM-MVR Racing Team – Yamaha YZF R6 53- Nicola Morrentino – Team Trasimeno – Yamaha YZF R6 58- Lukas Wimmer – Agro-On Racedays Honda – Honda CBR 600RR 61- Alexey Ivanov – Kawasaki DMC Lorenzini Team – Kawasaki ZX-6R 68- Brandon Kyee – Schacht Racing SBK ONE – Honda CBR 600RR 70- Luca Vitali – Suriano Racing Team – Suzuki GSX-R 600 71- Robin Mulhauser – MTM MVR Racing – Yamaha YZF R6 74- Rob Hartog – NIWA Racing Team – Suzuki GSX-R 600 (Wild Card) 75- Francesco Cocco – Suriano Racing Team – Suzuki GSX-R 600 77- Wayne Tessels – Waynes Racing Team – Suzuki GSX-R 600 80- Dakota Mamola – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 81- Alessandro Nocco – San Carlo Team Italia – Kawasaki ZX-6R 86- Henning Flathaug – Team Flathaug Racing – Honda CBR 600RR (Wild Card) 88- Mathieu Marchal – Coutelle Racing Team – Yamaha YZF R6 92- Adrian Nestorovic – MTM Racing Team – Yamaha YZF R6 95- Julian Mayer – Motorrad Mayer – Kawasaki ZX-6R 99- Tony Covena – Nito Racing – Kawasaki ZX-6R

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy