Superstock 1000: l’Italia “nazionale” delle due classi STK

Superstock 1000: l’Italia “nazionale” delle due classi STK

Ben 19 piloti al via tra le classi 1000 e 600cc

Dal 2005, primo anno della Superstock 1000 FIM Cup (in origine Campionato Europeo istituito nel 1999) e dell’Europeo Superstock 600, l’Italia si è sempre confermata di stagione in stagione la “nazionale” per eccellenza in materia di vittorie e di piloti iscritti ai due campionati. Non farà eccezione il 2013 con ben 19 dei 56 piloti ammessi al via delle classi 1000 e 600 di nazionalità italiana, pari ad 1/3 dello schieramento (esattamente il 33 %). Nella Superstock 1000 FIM Cup dei 27 piloti iscritti, 9 sono italiani: Eddi La Marra e Niccolò Canepa (Ducati Barni Racing Team), Lorenzo Savadori, Federico Dittadi, Alessandro Andreozzi e Simone Grotzkyj Giorgi (Kawasaki Team Pedercini), Marco Bussolotti (BMW Rider Promotion by Team Trasimeno), Massimo Parziani (Aprilia RSV4 del Factory P.M.L. Racing Team) ed Alberto Butti (Kawasaki Team GoEleven). Alessandro Nocco nell'Europeo STK600 Non da meno l’Europeo Superstock 600 con 10 dei nostri portabandiera al via in un’entry list comprensiva di 29 piloti: Franco Morbidelli e Alessandro Nocco (San Carlo Team Italia), Christian Gamarino (Kawasaki GoEleven), Federico D’Annunzio (Team Pata by Martini), Nicolas Stizza, Nicola Morrentino e Simone Pellegrini (Team Trasimeno), Riccardo Cecchini (Team Lorini Honda), Francesco Cocco (Suzuki Team Suriano) più Stefano Casalotti (VFT Racing). L’Italia è inoltre la nazione a vantare il maggior numero di vittorie nella Superstock 1000 FIM Cup (74) e Superstock 600 (27): un palmares da arricchire in una stagione 2013 che si presenta particolarmente favorevole ai nostri portabandiera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy