Supersport: per Anthony West le Honda Ten Kate sono “missili”

Supersport: per Anthony West le Honda Ten Kate sono “missili”

Commento eloquente dell’australiano

Dal 2002 a questa parte, ovvero da sette lunghissime stagioni, le Honda Ten Kate hanno dominato la scena nella Supersport, conquistando tutti i titoli piloti a disposizione con Foret, Vermeulen, Muggeridge, Charpentier, Sofuoglu e Pitt. Qual è il segreto della squadra olandese? Si può parlare davvero di “segreto”? Quel che è certo le Honda CBR 600RR preparate dalla factory di Assen sono storicamente di un altro livello rispetto alla concorrenza, frutto di un lavoro di preparazione certosina nell’officina di Nieuwleusen. Lo ha scoperto, in prima persona, anche Anthony West a Phillip Island. L’ex stella della MotoGP è arrivato in Australia convinto di giocarsi le proprie chance di vittoria, ma nell’ultimo giro tanto Sofuoglu quanto Pitt lo hanno letteralmente “sverniciato”, lasciandolo senza parole.

Ad essere sincero ero convinto di potermi giocare le mie chance di successo“, ha dichiarato il vincitore di due gare in Supersport, “ma negli ultimi giri, in particolare l’ultimo, ho capito che sarebbe stato davvero difficile. Le Honda Ten Kate sono davvero, al momento, di un altro livello rispetto alla mia CBR, senza nulla togliere ai due piloti. In rettilineo hanno qualcosa in più… sono proprio dei missili!“.

Scorgendo la classifica delle velocità, nelle qualifiche Sofuoglu e Pitt sono arrivati a 279 km/h, mentre West a 276. In gara, con l’effetto scia, è cambiato ben poco, con sostanzialmente solo 2/3 kilometri orari di differenza anche se, ovviamente, non è tanto importante questo dato, quando lo spunto e la progressione in uscita dal curvone di Phillip Island.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy