Motocross Nazioni Ecco le squadre da battere Italia sorpresa?

Motocross Nazioni Ecco le squadre da battere Italia sorpresa?

Gli Azzurri non sono favoriti ma con Antonio Cairoli tutto è possibile. La Francia da battere, mina vagante Usa. La guida

Commenta per primo!

Maggiora ormai è pronta a dare il via ad uno dei più prestigiosi eventi dell’anno, il Monster Energy FIM Motocross of Nations presented by Fiat Professional, in programma questo fine settimana.

Situato a circa 40 minuti dall’aeroporto di Malpensa, ospiterà la settantesima edizione di questo importante evento, su un tracciato storico in cui si sono esibiti nel 1986 i piloti del ‘Dream Team’ americano David Bailey, Johnny O’Mara e Ricky Johnson, presenti questo weekend nella città italiana per celebrare i 30 anni da quella famosa edizione.

Passiamo alla competizione: a differenza degli anni scorsi, quando un team prevaleva nettamente sugli altri, quest’anno sarà difficile prevedere il podio ed i campioni in carica, i piloti del Team Francia Romain Febvre (al suo secondo anno nel MXoN), Gautier Paulin (per sette volte rappresentante francese in questo evento) e Benoit Paturel (esordiente al posto dell’infortunato Dylan Ferrandis), dovranno difendersi dagli agguerriti avversari.

Il Team Italia non è favorito ma nel fantastico pomeriggio di sfide tutto-o-niente…qualunque impresa diventa possibile.  Capitano degli Azzurri è ovviamente  Antonio Cairoli, otto volte Campione del Mondo Motocross. “Il mio obiettivo nel Motocross of Nations è vincere” ha dichiarato l’idolo di casa. “Non possiamo ottenere il successo nella generale, ma voglio che ci sia la possibilità di ottenere un buon risultato e so che la vittoria in gara dipende da me.” Detto questo, sarà anche interessante vedere come se la caveranno i suoi giovani compagni di squadra Samuele Bernardini e Michele Cervellin, che conteranno sul supporto del tifo di casa che come sempre si farà sentire.

Una squadra da tenere d’occhio sarà sicuramente il Team USA, la nazione che ha riportato più vittorie in questa competizione: parliamo di ben 22 volte, anche se il loro ultimo successo risale al 2010 in casa. Nessuno dei tre piloti, vale a dire Cooper Webb, Jason Anderson e Alex Martin, ha mai vinto questo titolo, anzi due di loro non hanno mai rappresentato la nazione statunitense. Il capitano, Cooper Webb, è reduce da una splendida stagione che lo ha visto coronarsi campione in entrambi i campionati americani di motocross e supercross ed è alla sua seconda presenza nel MXoN. Alex Martin, dopo aver corso nel 2013 e nel 2014 per Porto Rico, realizzerà la sua prima apparizione per il team a stelle e strisce, la terza in carriera, mentre Jason Anderson è l’esordiente della squadra e correrà nella categoria ‘Open’.

Il Team Belgio fino ad un paio di settimane fa sembrava il più forte in assoluto con Clement Desalle, Kevin Strijbos e Jeremy Van Horebeek. Un infortunio al ginocchio ha posto Desalle, vincitore di 20 gran prix e di un titolo in questa competizione, fuori dai giochi ed al suo posto ci sarà Brent Van Doninck, pilota di MX2 che questo weekend correrà in MXGP, mentre Van Horebeek, un asso in MXGP, correrà in MX2. Un’altra importante squadra è il Team Gran Bretagna, che schiera Tommy Searle (campione britannico di Motocross quest’anno), Shaun Simpson e Max Anstie (uno dei piloti più veloci del mondo in MX2).

Da non sottovalutare però anche il Team Olanda, che affronterà la competizione con Jeffrey Herlings (considerato uno dei piloti più incredibili, tre volte campione del mondo ed al debutto questo weekend in MXGP), accanto al compagno di squadra in KTM Glenn Coldenhoff ed a Brian Bogers, spesso nelle prime tre posizioni in MX2 quest’anno. Non dimentichiamo anche il Team Svizzera: ci saranno Valentin Guillod (vincitore dal 2015 di tre GP), Jeremy Seewer (vice-campione MX2 quest’anno) e Arnaud Tonus (reduce da stagioni condizionate da infortuni ma in grado di competere con i primi nell’ultima tappa del FIM Motocross World Championship). Il Team Australia poi si presenterà al via con Dean Ferris, Todd Waters (chiamato in sostituzione dell’infortunato Kirk Gibbs) e Mitch Evans (giovane talento in azione al posto di Jed Beaton, anche lui fermo per infortunio).

Motocross Nazioni Gli orari

Qui l’elenco completo iscritti

Video Appello Tony Cairoli “Tutti a Maggiora a far casino!”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy